Ultim'ora
Commenta

Allarme truffe agli anziani L'appello dei carabinieri

E’ allarme truffe tra il Cremonese e il Bergamasco. Nel mirino le persone anziane. A denunciare la situazione sono i carabinieri della stazione di Crema. “L’anziano viene raggiunto in casa da una telefonata nella quale l’interlocutore dichiara di essere un avvocato di una assicurazione, oppure un maresciallo dei carabinieri – spiegano dal comando -. Questi riferisce che il figlio (o altro parente) è rimasto vittima di un sinistro stradale ma che al momento non può essere contattato dal genitore. Costui viene però invitato a preparare una somma di denaro che entro poche ore sarà ritirata da un suo collaboratore direttamente al domicilio al fine di sostenere le spese legate al recupero del mezzo e legali per gestire la pratica relativa al sinistro stradale”. Una pratica piuttosto comune che purtroppo ancora oggi ottiene risultati.

“Il truffatore è molto convincente e la vittima spesso cade nel tranello e va in banca a prelevare il denaro (circa 500 euro) che poi consegna alla persona che si presenta a casa” spiegano ancora i carabinieri, che lanciano un appello alle potenziali vittime: non accondiscendere a tali richieste ma  chiamare invece il numero di emergenza 112 per segnalare o richiedere informazioni in merito. In questo modo le forze dell’ordine potranno intervenire con tempestività. “I nostri carabinieri di quartiere si recheranno a casa della persona che teme di essere vittima di una potenziale truffa, per accertare la reale situazione e magari identificare i responsabili” spiegano dal comando di Crema.

L’autunno scorso il Comando di Crema è stato impegnato in diverse conferenze anti truffe a favore degli anziani  svolte  nei vari Comuni cremaschi e che nel prossimo mese riprenderanno in particolare saranno organizzate dal Rotary di Crema, dal Comune di Castelleone e dalla confartigianato di Crema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti