Commenta

Maxifurti di alimentari, cinque persone arrestate tra Cremonese e Casalasco

AGGIORNAMENTO – Metà del gruppo arrestato dalla polizia e accusato di maxifurti di generi alimentari, da centinaia di migliaia di euro, abitava in provincia di Cremona. Degli 11 soggetti destinatari di ordinanza di custodia cautelare, tre sono stati presi all’alba di giovedì da personale della Questura locale nel Cremonese e due nel Casalasco. Si tratta di uomini, fra i 25 e i 55 anni, alcuni dei quali con precedenti. I tre con casa nel Cremonese sono originari della provincia di Foggia. Secondo le indagini della Squadra mobile di Modena, che si è avvalsa della collaborazione dei colleghi di Cremona e Foggia per l’esecuzione delle ordinanze, i cinque, assieme ad altre sei persone residenti in varie parti d’Italia, sarebbero coinvolti in vari furti di prodotti alimentari, come forme di formaggio e pesce surgelato, commessi tra novembre 2013 e gennaio 2015, per un valore complessivo di 785mila euro. Il sospetto, anche se l’episodio non è tra quelli contestati nell’ordinanza, è che abbiano agito anche il 21 luglio in un magazzino di Castelvetro, portando via il contenuto di numerosi bancali di gamberoni surgelati, per un valore di almeno 100mila euro.

Gli arrestati in provincia sono Mario e Gaetano Sciarappa (padre e figlio, rispettivamente classe 1963 e 1983), Pasquale Rinaldi (classe 1989), e due cittadini albanesi, Armando Aliko (classe 1975) e Ernold Frakulli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti