Ultim'ora
6 Commenti

Chiamate commerciali A2a-Lgh?
Interrogazione parlamentare
dei 5 Stelle

Foto Sessa

Finisce in un’interrogazione parlamentare il caso delle “telefonate commerciali da parte di A2a-Aem Cremona” denunciate dal Movimento 5 Stelle a fusione non ancora definita. A presentarla, il deputato grillino del territorio cremonese Danilo Toninelli.

“Siamo ancora in attesa dell’ok di Lgh all’offerta non vincolante di A2A. Un fattore non da poco che indica come la paventata e annunciata fusione con la multiutility milanese quotata in borsa è ancora lontana dalla formale conclusione – dichiara Toninelli con una nota -. Ciononostante, con un certo sconcerto, cittadini di Cremona hanno segnalato al M5S di ricevere telefonate con offerte commerciali da parte di ‘A2A – AEM Cremona’ in quanto ‘la fusione è andata in porto’. Per tale motivo, ho effettuato un’interrogazione al Ministero dello sviluppo economico sollecitando una verifica e l’eventuale segnalazione all’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, per chiedere spiegazioni e vederci chiaro”.

“Sarebbe, infatti, gravissimo – aggiunge Toninelli – se questa sciagurata fusione fosse andata in porto ‘sottobanco’ e le due società agissero di concerto pur essendo ancora formalmente separate. Lgh è infatti un gruppo formato da società che erogano servizi pubblici essenziali e che, per tramite delle società pubbliche locali che le compongono, appartengono ai Comuni e quindi ai cittadini. Va, inoltre, tenuta in debita considerazione che A2A è quotata in borsa e che tale fuoriuscita di notizia possa alterare l’andamento del titolo medesimo, con la possibilità che qualche furbetto ne tragga vantaggio. Chiedo anche a tutte le autorità competenti, e in particolare a quelle della giunta di Cremona, di intervenire per verificare la sussistenza di questa gravissima anomalia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags, , ,
Commenti