Commenta

Torna la stagione delle grandi mostre Cremona riscopre il genio di Torriani

Il Comune di Cremona sta predisponendo il progetto “Grandi mostre 2016” che sarà pronto a giorni e che dovrebbe comprendere una serie di rassegne espositive di grande rilievo che culmineranno a settembre con la mostra più grande, quella dedicata al genio di Janello Torriani. Nell’elenco figurano due mostre abbinate, una al museo del violino e l’altra al museo archeologico di San Lorenzo. Si tratta della mostra sulla Vittoria Alata di Calvatone (al museo archeologico) legata agli scavi di Bedriacum con l’esposizione della copia della statua finora tenuta nelle cantine del museo e il mistero che ancora la circonda (l’originale forse è a Mosca, portata via dai russi da Berlino). L’altra rinverdirà i fasti delle celebrazioni stradivariane del 1937 che hanno permesso di riscoprire la tradizione liutaria cremonese e soprattutto di fondare la Scuola di liuteria. Le mostre si terranno dal 21 novembre 2015 al 6 marzo 2016.
A fine 2105 dovrebbe partire la mostra “La nascita della natura morta a Cremona e in Lombardia” che si terrà al museo civico con sottotitolo “da Vincenzo Campi a Maestro FGB”. Sarà curata da Mario Marubbi con la consulenza di Ulisse Bocchi, esperto e docente d’arte. La mostra doveva partire prima ma le opere già individuate sono in mostra a Milano fino al 30 novembre (in particolar modo le opere di Vincenzo Campi) e quindi è stato necessario attendere ancora. La chiusura è prevista il 28 marzo 2016.
Da settembre toccherà poi alla grande mostra su Janello Torriani su più sedi (sale espositive museo del violino, San Vitale e altre ancora) che dovrebbe proseguire fino alla fine di marzo per poi volare a Toledo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti