Commenta

Coopcasa verso la liquidazione
Molte le abitazioni rimaste invendute

La cooperativa cremonese Coopcasa - cooperativa edilizia sorta nel 1971 - sembrerebbe avviarsi ora verso la liquidazione, vittima della crisi del mercato immobiliare.

di Simone Bacchetta

AGGIORNAMENTO – Qualche decennio fa fiore all’occhiello della sinistra, la cooperativa cremonese Coopcasa – cooperativa edilizia sorta nel 1971 – sembrerebbe avviarsi ora verso la liquidazione, vittima della crisi del mercato immobiliare. Per ora si tratta solo di indiscrezioni, che però circolano insistentemente da settimane. Difficile avere informazioni direttamente dalla diretta interessata e in tribunale per la verità non è giunta alcuna istanza ne di fallimento né di liquidazione.

Diverse villette a schiera resteranno invendute: a Pieve San Giacomo un importante cantiere era partito, ma non si è mai concluso. Agli stabili mancano intonaci, porte e finestre. In occasione di una assemblea che si è tenuta alcune settimane fa, i cinque dipendenti sarebbero stati messi al corrente della situazione della società che fa parte della Lega delle Cooperative.

Viene così colpito un modello economico che ha paremesso a tante famiglie, circa 1.500, di acquistare casa a prezzi più vantaggiosi rispetto al libero mercato. Invendute restano anche alcune unità immobliari costruite a Malagnino, a Dosimo, così come a Fogarole, vicino a Monticelli d’Ongina, nel Piacentino. Sono una settantina, a quanto si apprende, i risparmiatori che rischiano di non recupare i soldi investiti.

Lunedì prossimo, presso la sede della Cgil, alle 15, si terrà un’assemblea alla presenza dei referenti di Federconsumatori e degli avvocati Annalisa Beretta e Francesca Scudellari, (i legali che stanno seguendo la vicenda). L’associazione a difesa dei consumatori invita i soci risparmiatori coinvolti nella vicenda ad intervenire in modo tale da poter essere messi al corrente di ciò che sta accadendo alla CoopCasa.

© Riproduzione riservata
Commenti