Commenta

Campagna amica, Coldiretti
in piazza: latte gratis per i cittadini

Speciale mercato di Campagna Amica venerdì 13 novembre in piazza Stradivari. Coldiretti ha portato in piazza i suoi prodotti e i suoi produttori per una giornata all'insegna dell'eccellenze del territorio.
I banchi di Coldiretti in piazza

Speciale mercato di Campagna Amica venerdì 13 novembre in piazza Stradivari. Coldiretti ha portato in piazza i suoi prodotti e i suoi produttori per una giornata all’insegna dell’eccellenze del territorio. Momento importante è stato quello della distribuzione gratuita  del latte delle stalle locali. Centinaia di litri, in collaborazione con Latteria Soresina: “Stiamo distribuendo latte gratis” ha detto Tino Arosio, direttore di Coldiretti Cremona, “ma soprattutto facciamo informazione ai cittadini cremonesi per metterli a conoscenza del fatto che spesso acquistano latte che pensano provenga dalle stalle italiane ma arriva dall’estero” ha concluso. Molti i cremonesi che hanno partecipato all’iniziativa in piazza di Coldiretti .

Ai cittadini è stato consegnato un documento nel quale si sottolineano le ragioni della battaglia per un giusto prezzo del latte. “Oggi solo una busta di latte UHT su 4, vendute in Italia, contiene latte italiano – ha denunciato Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Cremona –. Si sostituisce nei formaggi venduti come italiani il nostro latte con latte di provenienza sconosciuta, senza l’indicazione dell’origine in etichetta e senza trasparenza sugli ingredienti utilizzati.” “Mentre le nostre stalle chiudono, le industrie utilizzano semilavorati di provenienza straniera (cagliate, caseine e caseinati) per produrre formaggi, yogurt e mozzarelle, spacciandoli per Made in italy. Una mozzarella su due consumate in Italia oggi è prodotta con cagliate straniere. Per questo la nostra battaglia per avere l’origine in etichetta, e per garantire un giusto prezzo al nostro giusto latte, prosegue ad oltranza”,  ha aggiunto il direttore Tino Arosio.

Nella stessa mattinata, davanti alla sede dell’Antitrust a Roma, gli allevatori della Coldiretti hanno rovesciato polvere di latte, il simbolo del ricatto degli industriali che sottopagano il latte italiano al di sotto dei costi di produzione dopo aver tentato il colpo di mano per chiedere il via libera all’uso della polvere di latte nei formaggi e yogurt Made in Italy. Il dossier sulla situazione di squilibrio contrattuale dei produttori lattiero-caseari in Italia, che contiene un’ampia sintesi dei costi di produzione e dei prezzi di consumo, è stato consegnato, acquisito e registrato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato (Agcm) i cui vertici hanno assicurato il pronto e rapido interessamento degli Uffici per l’esame della pratica, con l’impegno a concluderlo nei primi giorni di dicembre.

Fband

© Riproduzione riservata
Commenti