Commenta

La notte al PalaRadi è ancora
rosa: Pomì batte Novara 3-0

Anche il volley di serie A ha voluto esprimere la propria solidarietà alla Francia per il terribile attentato di Parigi. La Pomì si aggiudica il terzo set e la partita. SEGUI LA DIRETTA WEB
Foto Sessa

POMI’ CASALMAGGIORE vs IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-0

Pomì Casalmaggiore: Lloyd 4, Sirressi (L), Gibbemeyer 8, Piccinini 2, Kozuch 14, Stevanovic 11, Tirozzi 6. Non entrate: Bacchi, Cecchetto, Ferrara, Cambi, Olivotto, Rossi Matuszkova. All: Barbolini-Bolzoni.

Igor Gorgonzola Novara: Rousseaux, Bruno, Wawrzyniak, Malesevic 8, Guiggi 7, Cruz 7, Bonifacio, Chirichella 5, Sansonna (L), Signorile 1, Bosio, Fabris 12. Non entrate: . All: Pedullà-Adami.

Arbitri: Omero Satanassi – Gianni Bartolini.

Anche il volley di serie A ha voluto esprimere la propria solidarietà alla Francia per il terribile attentato di Parigi. Così la partita di campionato che vede sfidarsi sul campo del PalaRadi la Pomì Casalmaggiore contro la Igor Gorgonzola Novara non poteva che iniziare con un momento solenne. Prima del fischio d’inizio, in un clima di grande solennità, una ragazza ha portato in campo la bandiera della Francia a mezz’asta, sulle note della Marsigliese.

pomi-terzo-dentro2

L’arbitro ha quindi fischiato l’inizio del primo set, che però, come ulteriore segno di rispetto alle vittime, è partito con u minuto di silenzio . Due squadre fortissime, quelle in campo, pronte a dare il tutto per tutto. Da un lato Novara, con la sua voglia di rivalsa dopo la sconfitta – proprio per mano della Pomì – nella supercoppa. Dall’altro la Pomì, fresca di una sconfitta in Champions League che le rosa vogliono a tutti i costi lasciarsi alle spalle.

Una partita che fin da subito si è dimostrata equilibrata, con due squadre desiderose di fare bene e di mettersi in tasca una vittoria. Dopo un breve inizia incertezza della formazione di casa le due squadre hanno giocato un primo set ad armi pari, senza mai un grande distacco, anche se la Pomì e riuscita ad aggiudicarsi il primo set per un paio di punti.

pomi-terzo-dentro3

Una situazione simile si è ripetuta anche all’inizio del secondo set, dove le due formazioni hanno continuato a ‘rincorrersi’ e a superarsi a vicenda, con distacchi sempre piuttosto brevi. Poi è arrivato il distacco, con una Pomì che ha iniziato a collezionare punti impedendo alle avversarie di reagire e conquistando con relativa facilità il secondo set.

La squadra ospita ha scelto il terzo set per un moto d’orgoglio, partendo lanciata ma lasciandosi poi raggiungere dalle rosa, che in questo match si sono dimostrate davvero impeccabili, in attacco come in difesa, capaci di gestire alla perfezione la palla e di dominare il gioco, fino as aggiudicarsi senza troppa fatica anche il terzo set e con esso il match.

pomi-terzo-dentro1

PRIMO SET – Novara si affida subito a Fabris che inizia a martellare: Stevanovic frena il primo scatto ospite. Il botta e risposta porta ad avvicendamenti continui alla guida del set: sull’ace di Signorile, complice ricezione difettosa di Tirozzi, arriva il primo time out: 7-9. Gibbemeyer interrompe il trend piemontese e il successivo lungolinea fuori misura di Cruz, seguito dall’affondo di Kozuch riportano Casalmaggiore a -1, 10-11. Kozuch capitalizza un punto campale e quando Lloyd e Stevanovic alzano il muro le rosa tornano avanti. Sul 16-14 Pedullà richiama le sue. Lloyd magheggia per il 17-16 ma la Igor resta incollata. Gibbemeyer accarezza il 20-18. Tirozzi inchioda il 22-20 e le mani di Stevanovic su Fabris portano in dote il 24-21. Il capitano di casa tuona su Guiggi il punto decisivo: la Pomì conduce 1-0 su Novara.

SECONDO SET – Casalmaggiore attacca meglio ma non riesce a strappare: la Igor ricuce e sorpassa fino alla fast di Stevanovic: 5-5. Kozuch sale in cattedra, anzi in cielo per firmare un paio di punti che permettono alle rosa di andare sul +2. La connessione Lloyd-Gibbemeyer produce l’11-9 e con una sberla di Tirozzi si va al time out sul +3 per Casalmaggiore. Stevanovic è invalicabile: 14-10 con un paio di murate delle sue. Tirozzi decide che è ora di tornare a macinare punti e aggiunge un ace ad una schiacciata: 16-12. La Pomì scappa con Stevanovic (di forza su Signorile) e un errore di Fabris: 18-12 e Pedullà non ha alternative al time out. Le centrali di casa trovano sempre il taraflex: dopo Jole, Gibby fa 21-13 e Pedullà prova ancora a scuotere Novara. Kozuch vale il 23-13 e un’infrazione ospite consegna alle rosa undici set point: si chiude 25-13 con una sparata out di Cruz. Dopo 45’ di gioco è 2-0 Casalmaggiore.

TERZO SET – Novara si gioca tutto partendo decisa: il muro di Guiggi su Kozuch permette alle piemontesi di andare sul 3-6. Muro di Signorile su Piccinini: 5-8. Una palombella di Kozuch sorprende la difesa della Igor: 7-9. Tirozzi e compagne si rimettono in pari sul 10-10 e Pedullà chiede il time out. Le ospiti facilitano il compito alle locali con errori evitabili. Guiggi prova a ridare fiato alle sue ma quando Fabris cestina il bagher del 16-14 per Casalmaggiore si aprono orizzonti nuovi: con Gibbemeyer si va sul 18-15 e alle campionesse d’Italia si prospetta una volata. Piccinini, innescata al meglio da Lloyd, inizia ad essere letale: 20-16. Un paio di cadeau rosa riaprono la porta del match a Novara e Barbolini chiede il time out. Gibbemeyer (due volte) e Kozuch: 23-19. Il punto esclamativo lo mette Stevanovic: 25-19 e 3-0 servito.

Laura Bosio
Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti