Commenta

La Vanoli non si ferma più:
anche Pistoia crolla al Palaradi

82-66 il risultato del posticipo casalingo per i biancoblù, contro la prima in classifica.
foto SESSA

La capolista Pistoia frena la sua corsa e si inchina al PalaRadi 82-66 ad una Vanoli che ha dominato il match sin dall’inizio. Come ci si aspettava la partita è spumeggiante sin dall’ avvio con le due squadre che si affrontano ad un alto ritmo. Funzionano le triple per la Vanoli che ne infila tre e si porta sul 17-7 al 5′. I biancoblu lottano forte in difesa ed in attacco colpiscono sia dalla distanza che da sotto con Pistoia chiaramente in difficoltà. In attacco cresce l’intesa tra Vitali e Cusin e si mette in luce Gaspardo con una tripla ed un jump tap-in. Al 10′ il risultato è 26-15. Nel secondo periodo i padroni di casa riducono la velocità e controllano il gioco degli avversari tenendoli a debita distanza. Cusin commette a metà campo il suo terzo fallo ma poco dopo il pubblico di casa si entusiasma per una azione spettacolare di Washington che realizza il 41-27 del 20′. Aumenta a più 17 il distacco per i cremonesi 49-32 al 23′ Cusin incorre nella quarta sanzione personale al 25′ e va in panchina. Una schiacciata di McGee dà venti punti di ritardo ai toscani. Coach Esposito chiama time-out ma la situazione non cambia più di tanto. Al 30′ è 60-42. La Vanoli in difesa non cede il passo ed in avanti è Turner a prendersi tiri responsabili infilandoli nella retina. Pistoia prova a rosicchiare qualcosa con Moore che segna in successione e Blackshear arrivando a meno 12 al 37′ ma il sodalizio di coach Pancotto ha la lucidità sino al termine e conclude il match tra gli applausi. Lunedì prossimo Vitali e compagni saranno di scena a Pesaro.

vanoli1 vanoli2 vanoli3 vanoli4

vanoli5 vanoli6

vanoi7

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti