Commenta

Sottopasso di via Brescia,
atto 'legittimo' il documento
inviato alla Regione

Lettera scritta da Ferruccio Giovetti, Forza Italia

Egregio direttore,

Ebbene sì, sono uno dei cinque che ha firmato il documento inviato alla Regione circa l’ affaire sottopasso di Via Brescia. E mi è sembrato in tutta sincerità un atto del tutto legittimo nel momento in cui i quattrini finanziati dalla Regione medesima non sono stati utilizzati in modo aderente al progetto per il quale erano stati destinati. E per me la questione potrebbe anche chiudersi qui senza alcuna necessità di proseguire in un dibattito al limite anche sterile e privo di contenuti interessanti, non potendo peraltro io  essere tacciato di un qualunque coinvolgimento nella intera lunga vicenda essendo approdato in Consiglio Comunale solo nelle ultime elezioni. Epperò noto non senza stupore che  i Colleghi della Lista Galimberti si lanciano in una spasmodica caccia alle streghe, con l’ evidente maldestro tentativo di distogliere l’ attenzione dal nocciolo della questione e cioè che il progetto è stato cambiato in corsa senza sentire la necessità  di darne almeno una scarna comunicazione a chi l’ opera la finanziava e senza richiederne l’ avvallo. Quantomeno ennesima dimostrazione di superficialità nella gestione della Cosa pubblica da parte di questa Amministrazione.
Ma l’ intelligenza dei cittadini cremonesi che loro invocano e per la quale noi nutriamo, li rassicuriamo i nostri novelli Catoni, estrema considerazione non ha certo bisogno di cinque consiglieri di minoranza per rammentare le performances di questa Amministrazione nei  suoi primi 18 mesi di vita.
Tuttavia a beneficio di chi magari non ricorda o scotomizza, senza voler parlare di quella splendida gestione della vicenda dell’ Arcimboldo e  non ritenendo di entrare nel merito della famosa rigenerazione urbana dove quantomeno le modalità operative hanno lasciato perplessi migliaia di Cremonesi, mi soffermerei invece sulle ultime chicche che l’ attuale Giunta ha riservato ai suoi cittadini.
E quindi un pensiero va a tutti quei cittadini ed a quei esercenti imbufaliti per le metodiche di attuazione della tanto decantata raccolta differenziata; un pensiero va a tutti quei cittadini che, se non interverranno eventi esterni indipendenti dalla volontà di questa Amministrazione, si vedranno di fatto sottrarre un patrimonio costruito in decine d’anni dai nostri avi a beneficio di un gigante, rispetto alla nostra piccola Lgh, del comparto delle multiutility, che è A2a; un pensiero va a tutti i nostri anziani ricoverati presso Cremona Solidale che, loro malgrado, rischiano di trovarsi con un cda invischiato in un intricata vicenda giudiziaria; un altro pensiero va a tutti quei cittadini che si trovano al centro di modifiche della viabilità , magari nemmeno concordate, con tuti i disagi che ne conseguono.
Ecco allora che i  colleghi della Lista Fare nuova la città anziché interrogarsi su quisquilie, dovrebbero darsi da fare per evitare, visto che al governo della città ci sono anche loro, che tutto quello che viene prodotto da questa Amministrazione non si trasformi in un mezzo disastro. C’era uno che si dice trasformasse in oro tutto quanto toccava, qui rischiamo di trovarsi con un’Amministrazione che non ne azzecca una e  che trasforma in sciagura e rovina qualunque partita si trovi ad affrontare.

Ferruccio Giovetti, Capogruppo Forza Italia Consiglio Comunale di Cremona

© Riproduzione riservata
Commenti