Commenta

La Piccinini si sfoga:
“Giovani, più rispetto
per chi ha una storia”

Francesca Piccinini, idolo di generazioni di tifosi e tifose di volley (e non solo), volto femminile della pallavolo italiana, una bacheca stracolma di successi tra club e nazionale, affida a Facebook uno sfogo contro le nuove leve.
Foto Sessa

Francesca Piccinini, idolo di generazioni di tifosi e tifose di volley (e non solo), volto femminile della pallavolo italiana, una bacheca stracolma di successi tra club e nazionale, affida a Facebook uno sfogo contro le nuove leve, a suo dire irrispettose nei confronti di giocatrici esperte come lei, che alla soglia dei 37 anni ha nel mirino la sua quinta olimpiade, da conquistare con le prestazioni in maglia rosa Pomì. “In questi vent’anni di pallavolo ho attraversato quattro generazioni di atlete, ero la più piccola dello spogliatoio, e ora sono la senatrice del gruppo, e le ragazze sono cambiate tanto rispetto a quando ho iniziato io a giocare”.

Un post, quello pubblicato domenica sulla propria pagina Facebook, che farà discutere e ha già registrato reazioni. “Ho giocato con molte ragazze brave e umili – scrive Francesca -. Ma spesso altre entrano in una squadra credendo che tutto gli sia dovuto, non hanno rispetto di chi è più esperto e ha una storia. Hanno la lingua lunga e il cellulare ultimo modello sempre sotto gli occhi”.

Francesca Piccinini non va per il sottile e attacca come sa fare anche in campo: “A 18 anni rispondono a muso duro a quelli di 40, io quando ne avevo 18 ascoltavo e sapevo stare al mio posto. Io capisco la voglia di essere giovani e sfrontati, ma bisogna avere rispetto. Soprattutto quando non hai ancora vinto niente nella vita. E comunque il rispetto serve anche se hai avuto successo”. Resta da capire a chi si riferisse la 12 rosa, se il suo fosse uno sfogo nel giorno del suo ritorno a Modena oppure una presa di posizione decisa, alla vigilia dell’anno olimpico.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti