Commenta

Coltivava marijuana nel cortile
dietro casa, operaio di Volongo
patteggia due anni

Ha patteggiato una pena di due anni davanti al gup Christian Colombo, un 40enne di Volongo arrestato nel 2012 per aver messo in piedi un’accurata coltivazione di piante di marijuana nel cortile della sua abitazione.

di Sara Pizzorni

L'avvocato Paolo Rossi

L’avvocato Paolo Rossi

Ha patteggiato una pena di due anni davanti al gup Christian Colombo, un 40enne di Volongo arrestato nel 2012 per aver messo in piedi un’accurata coltivazione di piante di marijuana nel cortile della sua abitazione. L’uomo era difeso dall’avvocato Paolo Rossi. Tre anni fa le indagini dei carabinieri di Ostiano si erano concentrate su strani movimenti di persone che entravano e uscivano dall’abitazione dell’operaio 40enne, incensurato e ritenuto un insospettabile. A ottobre era scattato il blitz degli uomini dell’Arma che all’interno dell’abitazione avevano scoperto una sorta di serra fai-da-te,  ben mimetizzata e difesa da due cani. Di piante ne erano state sequestrate 14, assieme a un chilo e mezzo di foglie essiccate e tritate praticamente pronte per l’uso, 266 grammi di hascisc e una bustina con 19 grammi di polvere bianca, probabilmente  cocaina. Pare che gli strani movimenti notati attorno alla sua casa fossero legati a ‘lezioni’ per  la ‘cura’ delle piante. Il 40enne aveva trascorso cinque giorni in carcere per poi passare alla misura più lieve dei domiciliari. Attualmente è un uomo libero.

© Riproduzione riservata
Commenti