5 Commenti

Il territorio perde un'altra
voce: dopo 47 addio
a 'Cremona produce'

Se ne va un pezzo di storia e di cultura della nostra provincia. Con l'ultimo numero del 2015, arrivato in questi giorni in edicola, chiude il bimestrale “Cremona Produce” voluto e fondato da Sandro Uggeri nel 1968.

Se ne va un pezzo di storia e di cultura della nostra provincia. Con l’ultimo numero del 2015, arrivato in questi giorni in edicola, chiude il bimestrale “Cremona Produce” voluto e fondato da Sandro Uggeri nel 1968. Quarantasette anni di attività editoriale con ricerche, fotografie, inchieste, ricordi e diari storici, Cremona Produce (a cui per un periodo si aggiunse anche Crema Produce) è stata una straordinaria rivista ben scritta e con spunti di grandissimo interesse storico-artistico. Dalla riscoperta delle nostre tradizioni (con le pagine del dialetto) alla letteratura locale, dalla storia dei nostri monumenti ai cambiamenti della città, dai quartieri ai paesi, dai personaggi che hanno fatto grande Cremona a quelli “minori” che avevano radici nella più che bimillenaria storia della nostra città.
Cremona Produce era partita per farsi portavoce dei grandi cambiamenti nella produzione agricola e industriale per poi diventare rivista di attualità, informazione e cultura con l’accattivante trasformazione grafica studiata da Corrado Testa. Poi le grandi firme: da Elia Santoro a Giancarlo Pandini, da Piergiorgio Sangiovanni a Sergio Torresani, da Pier Luigi Lanzoni a Ines Brambati e Lucia Zanotti. E poi le firme di oggi: Sonia Tassini, Mariella Morandi, Raimonda Lobina, Donatella Migliore, Roberta Mozzi, Claudio Toscani e tante altre.
Di grande impatto le magnifiche fotografie di Ezio Quiresi, Stefano Guindani, Antonio Barisani, Mino Piccolo e altri.
Michele Uggeri, figlio di Sandro, è stato l’appassionato direttore della rivista dall’estate del 1998 quando il padre morì in un incidente. Nell’ultimo numero il suo amaro editoriale dal titolo “La fine di un sogno” in cui dice che “il territorio non si merita Cremona Produce, una rivista fatta con tantissima passione, cuore e competenza”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ugo

    il territorio non si merita Cremona Produce? C e ne faremo una ragione…

  • Telafó Giovanni

    L’impatto dei nuovi media ha mietuto un’altra vittima. Tutto il settore della carta stampata é in sofferenza da anni ma la colpa, non me ne voglia il signor Uggeri, non si può certo imputare al territorio.

  • Sorcio Verde

    Che cosa vuoi che produca Cremona e l’Italia in generale con le sinistre al potere, tasse e balzelli e chiusure.

    • Italiana

      Il solito commentatore seriale e inutile

      • Sorcio Verde

        La solita sinistroide inutile, meglio un ospite della casa dell’accoglienza, almeno quello non vota.