Commenta

Cronotachigrafo manomesso
con trucco tecnologico,
altro camionista denunciato

La strumentazione manomessa

Un altro camionista è stato trovato dalla polizia stradale con il cronotachigrafo truccato. La strumentazione che registra l’attività lavorativa del conducente (tempi di guida, pause, velocità) era stata alterata da una manomissione accurata caratterizzata da un espediente tecnico particolare. Espediente che però non è sfuggito ai preparati agenti della polstrada di Pizzighettone.

L’uomo, un italiano in viaggio su un messo pesante di proprietà di una ditta di Cutro, è stato fermato e controllato giovedì pomeriggio sulla A21, in direzione sud, all’altezza di San Pietro in Cerro. Alcune anomalie sono saltate all’occhio degli agenti, che hanno deciso di portare il veicolo in un’officina specializzata di Cremona per approfondimenti. Qui la strumentazione è stata analizzata e si è scoperto il trucco: un cavo di tre centimetri era collegato al sensore del cronotachigrafo e a un interruttore montano nell’abitacolo, con il quale il conducente aveva la possibilità di attivare il trucco e viaggiare senza registrare nulla. Una violazione delle leggi e un pericolo per la strada.

Strumentazione sequestrata, camionista denunciato per rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, più sospensione della patente e multa da 1690 euro, e proprietà del veicolo sanzionata per 860 e segnalata all’ispettorato del lavoro per ulteriori verifiche.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti