Un commento

Lavori al museo, una
spesa sproporzionata

Lettera scritta da Maria Lucia Lanfredi - Consigliere M5S Cremona

Sono iniziati i lavori per climatizzare una sala del museo di Cremona per ospitare l’armadio del Platina. Il costo dell’ operazione è di 175.000 euro. Si tratta di un costo veramente esagerato per adattare una sala a un opera, peraltro non di proprietà del Comune.
Se è pur vero che l’ arte va conservata, è anche vero che esistono a nostro parere priorità maggiori.

Ci domandiamo perciò se non era possibile trovare soluzione, seppur consona, decisamente più economica di quella scelta dall’amministrazione Galimberti.
Già durante il Consiglio Comunale del 16 settembre 2015, in cui venne presentato il piano delle spese che ha visto approvata anche questa, feci presente che in quel caldo torrido dell’estate 2015, molti anziani cremonesi avrebbero voluto godere del privilegio della climatizzazione, e che se avessimo accontentato almeno una parte di loro, avremmo comunque speso molto ma molto meno dell’importo per una sola sala del museo, per ospitare quel solo armadio.

Eh sì perché se ci debbano stare in quella sala altre opere, magari anche più antiche e/o più meritorie, è ancora da decidere.
Vorrei  inoltre fare presente, che non si conosce il numero dei  turisti che scelgono come meta Cremona per assicurarsi la vista di questo prezioso armadio del Platina.
Vorrei capire: quale ritorno può dare questo che a mio parere è un investimento sproporzionato e inadeguato?

© Riproduzione riservata
Commenti
  • antonio1956

    Di nuovo brava consigliere Lanfredi. Come già scrissi agli inizi dello scorso luglio, l’armadio poteva trovare sistemazione nel nuovo museo in Palazzo Vescovile, dove non credo manchino gli spazi, considerato anche che l’armadio è di proprietà della Diocesi; il Comune di Cremona, cioè la comunità cremonese, avrebbe dovuto sborsare solo le irrisorie spese per il trasloco. E la collocazione nel Palazzo Offredi avrebbe potuto costituire un motivo in più per visitare il nuovo museo di piazza Zaccaria.