Un commento

A Cremona aria irrespirabile
da sei giorni
Venerdì vertice in Comune

L’aria è irrespirabile a Cremona: siamo ormai a sei giorni di superamento dei livelli limite di smog nell’aria (e da 4 le polveri sottili sono addirittura sopra la soglia di allarme) e il Comune non può fare altro che correre ai ripari: venerdì si terrà un nuovo vertice tra l’amministrazione comunale di Cremona e i comuni limitrofi, per cercare di trovare soluzioni condivise, mentre al 10º giorno consecutivo di sforamenti entrerà nuovamente in vigore l’ordinanza di blocco del traffico per i veicoli Euro 3 e categorie inferiori, oltre alla limitazione dell’utilizzo del riscaldamento in luoghi pubblici e privati. Il perdurare della siccità (il fiume Po continua a restare abbondantemente ad un livello inferiore ai -7 metri sotto lo zero idrometrico) e di un’assenza di pioggia sempre più preoccupante, del resto, contribuiscono a peggiorare la situazione: secondo Arpa Lombardia, gli inquinanti nei prossimi giorni sono destinati a crescere ancora e non v’è traccia di perturbazioni che possano spazzare via le polveri.

Venendo ai dati più aggiornati, nella giornata di ieri si sono registrati 132 µg/m³ a Spinadesco, 138 in piazza Cadorna, 124 allo Zaist e 104 in via Gerre Borghi. Molto alti anche i valori delle più famigerate Pm2,5: 111 µg/m³ a Spinadesco, 112 in piazza Cadorna e 105 allo Zaist.

 

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Nokia

    Mantova, non ha l’inceneritore ed è peggio, Lodi non ha l’inceneritore ed è uguale a Cremona, I comitati di palazzo Cattaneo non sanno farsene una ragione.