Commenta

Cremonese, lezione di
fiducia da Rossitto prima
della sfida con Alessandria

Fabio Rossitto è carico. Lunedì sera (ore 20, stadio Zini) farà il suo esordio sulla panchina della Cremonese. Per lui la chiamata in grigiorosso è un sogno che si avvera. L’ambiente in cui è stato catapultato, invece, sta vivendo un incubo. Sette giornate senza vincere sono decisamente troppe per le ambizioni della Cremo. E’ naturale che la squadra abbia il morale sotto i tacchi. Durante questi primi giorni in grigiorosso, il nuovo mister ha dovuto fare anche un po’ lo psicologo.

“Ho trovato un gruppo un po’ sofferente – ha detto l’allenatore in conferenza stampa -. Tutti sanno che a Cremona le aspettative sono alte e dispiace a tutti quando non si rende al massimo. Questo è comunque un gruppo sano, composto da bravi ragazzi, che hanno voglia di lavorare ed è questa la cosa che conta di più, perché quando c’è voglia di migliorare si può guardare lontano”.
Affrontare subito un’avversaria del calibro dell’Alessandria non agevola il compito di Rossitto, che ha poco tempo a disposizione per risollevare in classifica una Cremo con sette punti di distacco dalla zona playoff. Ma la sfida contro i piemontesi non spaventa il nuovo tecnico grigiorosso. “Lunedì sera affronteremo una grande squadra, ma questo non mi interessa – dichiara Rossitto riguardo i prossimi avversari -. Dobbiamo pensare a noi stessi, a fare le cose che sappiamo, a essere umili, ad avere il fuoco dentro, a cercare di stare corti, applicando bene quei due o tre concetti che ho cercato di trasmettere in questi giorni, mettendoci il cuore. Poi vedremo a fine partita che cosa succederà”.
Rispetto al passato vedremo una Cremonese nuova, prima di tutto nel modo di stare in campo (è probabile l’utilizzo di un 4-3-3), ma soprattutto per l’atteggiamento. “Cercheremo di vedere una Cremonese che va in campo per essere propositiva. Credo che l’atteggiamento giusto debba essere questo. Riguardo il discorso tattico vedremo, perché questa squadra può giocare con vari moduli e, in questo senso, stiamo provando un po’ di cose”.
In settimana è arrivato Sansovini. All’attaccante manca il ritmo partita. Ma Rossitto pare intenzionato a gettarlo subito nella mischia. “Potrebbe anche partire dall’inizio – dice il tecnico -. E’ chiaro che Sansovini non sarà al cento per cento come condizione, ma mi aspetto che cresca, perché chiaramente è uno importante”.

Mauro Maffezzoni 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti