Commenta

Allontanato dalla moglie e
dalle figlie, picchiate e
minacciate per tre anni

Dopo oltre tre anni di maltrattamenti a lei e alle figlie minori, una marocchina ha deciso di denunciare il marito. Nei confronti dell'uomo è scattato il divieto di avvicinamento.

Oggi i carabinieri di Cremona hanno dato esecuzione alla misura del divieto di avvicinamento emesso dal tribunale a carico di un marocchino residente a Cremona. Tre anni fa l’uomo si era ricongiunto alla moglie e alle due figlie minori. Da subito, da quanto riferito dalla moglie, sarebbero iniziati atteggiamenti violenti con percosse e minacce di morte a lei e alle figlie. Spesso il marocchino avrebbe preteso soldi dalla donna per le sue esigenze personali. In una circostanza, mentre si trovavano in un’altra regione alla ricerca di lavoro, l’uomo sarebbe arrivato a cospargere il pavimento di benzina minacciando di uccidere tutte e tre se lo avessero denunciato ai carabinieri. Il 5 gennaio l’ultimo episodio, nel quale le tre donne, per sfuggire alla furia dell’uomo, sono state costrette a rifugiarsi da altri conoscenti. La svolta è arrivata il 9 gennaio scorso, quando la donna ha deciso di denunciare ai carabinieri la lunga serie di violenze subite da lei e dalle figlie. Le indagini, supportate da numerosi riscontri, hanno permesso di delineare un grave quadro probatorio che ha consentito al gip del tribunale di Cremona l’emissione del provvedimento cautelare del divieto di avvicinamento alla moglie e alle figlie.

© Riproduzione riservata
Commenti