Commenta

Inchiesta Dirty Soccer: c'è
la sentenza: Cremonese
e Pea prosciolti

Il Tribunale Federale Nazionale di Roma ha ufficializzato la sentenza relativa al procedimento istruito dalla Procura Federale dopo l’istruttoria della Procura di Catanzaro. La Cremonese è stata prosciolta, così come l'ex tecnico Fulvio Pea.

di Giovanni Gardani

Si sgonfia, almeno in ottica cremonese, l’inchiesta Dirty Soccer: il Tribunale Federale Nazionale di Roma presieduto da Sergio Artico ha infatti ufficializzato la propria sentenza relativa al procedimento istruito dalla Procura Federale dopo l’istruttoria avviata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. La Cremonese è stata prosciolta, così come è stato completamente scagionato Fulvio Pea, tecnico dei grigiorossi fino alla scorsa domenica, prima dell’esonero. Una notizia interessante per il girone della Cremonese riguarda la penalizzazione inflitta alla Pro Patria, già ultima a 8 punti e che ora, con il -7 comminatole, scende a 1 punto, a 13 lunghezze dall’Albinoleffe penultima, risultando di fatto spacciata. Prosciolte, assieme alla Cremonese, altre 11 società: tra queste pure il Pavia, inserito nel girone A di Lega Pro assieme ai grigiorossi. Per la Cremonese era stato chiesto un punto di penalizzazione, per Pea invece sei mesi di inibizione e 30mila euro di multa. Richieste azzerate dalla sentenza di lunedì pomeriggio.

© Riproduzione riservata
Commenti