Commenta

Inquinamento, dati sotto i
limiti. Il sindaco revoca
l'ordinanza antismog

“Il sindaco Gianluca Galimberti ha firmato nel primo pomeriggio la revoca dell’ordinanza d’urgenza per il contenimento di episodi acuti di inquinamento atmosferico emessa il 30 gennaio scorso”. La decisione, come si legge in una nota del Comune, “è stata presa alla luce dei dati sulla qualità dell’aria, trasmessi dal Dipartimento Arpa di Cremona, che indicano il rispetto del valore limite di concentrazione degli inquinanti, in particolare del pm10, registrato dalle quattro centraline di riferimento, per tre giorni consecutivi, nonché in base alle previsioni meteorologiche”.

Gli ultimi dati, quelli di ieri, sono infatti sotto i 50 microgrammi per metro cubo: 45 in piazza Cadorna, 36 a Spinadesco, 36 a Gerre Borghi e 47 in via Fatebenefratelli.

“Con tale provvedimento è revocato il fermo della circolazione agli autoveicoli Euro 3 Diesel, destinati al trasporto di persone  e non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato allo scarico. Viene inoltre meno l’obbligo di ridurre la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici nonché di diminuire  di un grado centigrado la temperatura dell’aria degli edifici e di utilizzare dispositivi che consentano di mantenere aperti gli accessi dei locali”.

Rimane comunque in vigore fino al 15 aprile “l’ordinanza sindacale, emanata in conformità alle disposizioni della Regione Lombardia, per l’attuazione dei provvedimenti a tutela della qualità dell’aria, che impone la limitazione della circolazione  dei veicoli più inquinanti, nonché l’attuazione di provvedimenti in ambito civile e disposizioni inerenti la combustione di residui vegetali agricoli e forestali e l’utilizzo di biomasse legnose. Qualora si verificassero ulteriori situazioni di inquinamento acuto, registrati dalla competente Arpa di Cremona, saranno adottati provvedimenti a tutela della salute e della qualità dell’aria. L’Amministrazione comunale, ringraziando i cittadini che hanno utilizzato per i loro spostamenti urbani veicoli alternativi, preferendo i mezzi pubblici o la bicicletta, li invita a fare altrettanto anche nei prossimi giorni”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti