Un commento

Sfreccia ubriaca dopo un
incidente. Inseguita da
vigile in servizio per scuole

Tampona un’auto, fugge velocemente e zigzagando, non si ferma all’alt di un vigile di quartiere in servizio per l’attraversamento pedonale di bambini al Cambonino, ma alla fine viene bloccata dallo stesso vigile dopo un’inseguimento e si scopre che era al volante ubriaca. La donna nei guai è la terza persona nel giro di una settimana rintracciata dalla polizia municipale dopo una fuga successiva a un incidente.

GLI ALTRI CASI

Lunedì un’altra donna si era allontanata dopo uno scontro con una macchina in fase di svolta in via Massarotti, all’altezza di via De Stauris. In questo caso gli agenti dell’Infortunistica sono riusciti nelle ore successive a rintracciarla con un lavoro certosino, sulla base di indicazioni raccolte sul posto, elementi forniti da residenti, conoscenza del territorio e incrocio di dati. La signora, alla vista dei vigili alla porta, ha subito ammesso ed è stata poi sanzionata per la violazione dell’articolo 189.

Situazione simile nella giornata di domenica: macchina fuggita dopo un tamponamento del veicolo davanti in via Gaspare Pedone. Non corretta la targa fornita da un testimone. Altro lavoro accurato dell’Infortunistica: dopo la ricostruzione della vicenda e l’incrocio di dati il cerchio si è ristretto ed è stato individuato un sospetto, un uomo. Anche lui alla vista della polizia municipale alla porta ha ammesso le sue responsabilità: altra sanzione per la violazione dell’articolo 189 sul comportamento in caso di incidente.

Questo il commento del comandante della polizia municipale, Pierluigi Sforza: “Si tratta di episodi di inciviltà e viltà. Allontanarsi per non risarcire, per non avere un aumento dell’assicurazione, crea un danno. L’ufficio Infortunistica, composto da persone in gamba, ha ottenuto risultati lavorando con passione e con la voglia di risolvere i problemi”.

Il fatto è avvenuto nella tarda mattinata di venerdì, attorno a mezzogiorno e mezza. In via Bergamo, all’incrocio con via Sant’Ambrogio, la macchina della donna ha tamponato un veicolo fermo al semaforo rosso. Dopo una retromarcia, l’allontanamento attraverso via Sant’Ambrogio. La macchina è poi arrivata nella zona dove era in servizio il vigile di quartiere Franco Sforza, attivo al Cambonino per l’attraversamento pedonale dei ragazzi delle scuole. Notata la macchina in arrivo, a gran velocità e a zigzag, ha messo in sicurezza la situazione che stava gestendo e ha intimato l’alt in mezzo alla strada al veicolo, che però non si è fermato e dopo aver evitato il poliziotto si è allontanato. Il vigili di quartiere è allora salito sulla macchina di servizio e dopo un inseguimento ha tagliato la strada alla macchina, bloccandola in via Panfilo Nuvolone. La chiamata in sala operativa ha fatto emergere che si trattava della macchina allontanatasi da un incidente poco prima e sul posto si è diretta anche la pattuglia dell’Infortunistica della polizia municipale che si stava occupando del sinistro. Per la donna una denuncia per guida in stato di ebbrezza e sanzione per la violazione dell’articolo 189 del Codice della strada alla luce della fuga dopo l’incidente.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stefano Bocci

    Toglierle la patente per 50 anni?