Commenta

Gli specialisti del Genio
all'opera per controlli
al Vittoriale degli italiani

Si sono concluse nella giornata di lunedì le attività di ricerca dei guastatori del 10° Reggimento Genio di Cremona al Vittoriale degli Italiani, la storica residenza di Gabriele d’Annunzio nei pressi di Gardone Riviera (Brescia), a favore della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, presieduta da Giordano Bruno Guerri.

Le indagini del sottosuolo, condotte fino a una profondità di un metro e su una superficie di circa 4.500 metri quadri prospiciente Villa Mirabella, pregevole complesso residenziale in stile liberty, sono durate un paio di settimane. L’attività, finalizzata al rilevamento di eventuali corpi metallici sotto il livello del terreno, ha scongiurato la presenza di residuati bellici.

Nelle due settimane il personale del 10° Reggimento ha ricevuto la visita del generale Antonello Vespaziani, comandante della 132^ Brigata Corazzata “Ariete”, e del generale Pietro Tornabene, comandante del Genio e ispettore dell’Arma del Genio. Gli ufficiali generali sono stati ricevuti da Annarita Della Penna, coordinatrice dell’Ufficio progetti speciali della Fondazione e dall’architetto Enrico Gaetarelli, responsabile dell’Ufficio tecnico della fondazione. “Con essi – si legge in una nota dell’Esercito – hanno avuto modo di condividere l’importanza delle operazioni di ricerca condotte in un luogo dall’elevato significato storico-culturale per la Forza armata e per la Nazione, quale il Vittoriale, memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima guerra mondiale”.

La Forza Armata, grazie alla capacità “dual-use” dei propri reparti, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire, in ogni momento, in concorso non solo alla Pubblica amministrazione, ma anche, come nella circostanza del Vittoriale, a beneficio di Istituzioni private, dimostrandosi “una risorsa pronta e flessibile al servizio del Paese”.

1 2 3

© Riproduzione riservata
Commenti