Commenta

Condannato per guida in
stato di ebbrezza non chiede
pena alternativa: va in cella

Era stato condannato dal tribunale di Cremona a quattro mesi, pena sospesa, per guida in stato di ebbrezza, ma non ha mai presentato istanza per una pena alternativa, come l'affidamento in prova ai servizi sociali, e per lui si sono aperte le porte del carcere.

Era stato condannato dal tribunale di Cremona a quattro mesi, pena sospesa, per guida in stato di ebbrezza, ma non ha mai presentato istanza per una pena alternativa, come l’affidamento in prova ai servizi sociali, e per lui si sono aperte le porte del carcere. In cella è finito un romeno di 34 anni residente in provincia di Lodi, fermato ieri sera per un normale controllo dalla polizia in via Trebbia a Piacenza. L’uomo era alla guida di un furgone. In seguito agli accertamenti è emerso che il conducente doveva scontare quattro mesi per essere stato sorpreso alla guida con un tasso alcolico superiore al limite di legge. Il romeno, però, non ha però mai presentato istanza per una pena alternativa, e per questo la sospensione della condanna è stata revocata ed è diventata esecutiva. E’ quindi scattato l’arresto e l’accompagnamento nel carcere delle Novate.

© Riproduzione riservata
Commenti