Un commento

Cipì e i bambini di
Mario Lodi: patrimonio
da recuperare

Lettera scritta da Daniele Rescaglio

Ho letto questa sera, per caso, alcune pagine di un libro dimenticato, “Cipì” di Mario Lodi. Il pensiero è corso subito a quel signore che, con precisioni svizzera, si presentava in redazione a Cronaca per consegnare i materiali per la “pagina dei bambini”: quanto tornerei indietro per approfittare del suo tempo, per scambiare con lui qualche parola in più… Ma indietro non torna nessuno. Ci restano però le opere di Mario Lodi e una grande lezione. Palla di fuoco, Margherì, i passerotti…. sono i protagonisti di una storia che è quella di ogni uomo. Un libro che tanti dovrebbero rileggere; certamente il mondo ne uscirebbe migliorato. Mi piacerebbe che Cremona tributasse a Mario Lodi qualcosa in più. Certo più di quanto non faccia, che credo sia pari a nulla. Nessuno ha mai pensato ad un concorso, a qualche convegno con una cadenza di evento annuale? Anche Mario Lodi è patrimonio di Cremona: le sue idee, le sue opere, la sua prosa… Tutto qui.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mic Gin

    C’è un convegno domani in Sala Puerari alle 16,00. E in Santa Maria della Pietà c’è la mostra “Il fumetto racconta la realtà” dove c’è anche una sezione dedicata alla biografia a fumetti su Mario Lodi. A questa testata il comunicato stampa sulla mostra è già stato inviato.