Commenta

'Suo figlio ha comprato casa
dal Comune, mi dia la caparra'
Truffa, anziana non ci casca

di Michele Ferro

Nuova modalità di truffa: un sedicente incaricato dell’Amministrazione comunale si è presentato alla porta di un’anziana, in via Poffa, nei pressi dell’Ospedale, e ha chiesto 10mila euro come caparra per un presunto acquisto di una casa del Comune concordato con il figlio della vittima.

Il truffatore ha bussato alla porta della donna, una 75enne, martedì pomeriggio, alle 15,30. Ha raccontato di un accordo con il figlio per la “cessione di una casa popolare”. “L’affare è concluso, sono d’accordo con lui”, ha aggiunto, prima di chiedere l’immediata consegna di una somma di denaro. “Servono subito 10mila euro per confermare l’acquisto”, ha insistito lo sconosciuto, cercando di mettere in difficoltà l’anziana.

La donna, però, si è insospettita davanti alle pressioni del sedicente incaricato del Comune. Non ha ceduto alle insistenze e si è rifiutata di procedere oltre con la fantomatica transazione. L’uomo si è allora allontanato facendo perdere le sue tracce ed è stata informata la polizia. Sul posto, una decina di minuti dopo, si è recata una pattuglia, che ha raccolto i primi elementi per lo sviluppo degli accertamenti sull’accaduto.

 

© Riproduzione riservata
Commenti