Commenta

'Concerto per Sofonisba
Anguissola': da aprile al via
mostra al Museo del Violino

Dal 9 aprile 2016 Gabriella Benedini torna nella sua città natale, Cremona, con una grande mostra intitolata ‘Concerto per Sofonisba Anguissola’, promossa dal Comune di Cremona. nLa mostra, che sarà visitabile dal 9 aprile al 5 giugno 2016 presso il Museo del Violino, vuole essere un omaggio dell’artista a Sofonisba Anguissola, grande pittrice cremonese vissuta tra il 1532 e il 1625: per lei vibreranno in un concerto silente alcune delle più rappresentative opere di Gabriella Benedini, da sempre attenta alla componente musicale.

“Riscopriamo insieme chi siamo stati – riflette il Sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti – per capire dove vogliamo andare, come comunità, città e territorio. Quest’anno partiamo dal ‘500 cremonese, riconoscendo figure grandi come Jannello Torriani, Andrea Amati e proprio Sofonisba Anguissola, non mettendole in una teca, ma lasciando che ci dicano oggi come essere nuovi e innovativi. Esattamente ciò che accade in “Concerto per Sonfonisba”: l’artista Benedini dialoga, a distanza di 500 anni, con l’artista Sofonisba, una creatività antica ed eccelsa che parla di nuovo attraverso creatività affascinante. (…) E non è un caso che sia proprio il Museo del Violino ad ospitare la mostra. Perché anche l’antica arte liutaria, sapiente saper fare artigiano e artistico, riconosciuto patrimonio dell’Umanità, modella la materia, creando strumenti che suonano certo note udibili di musica sublime, ma cantano anche le note senza suono di un atto creativo di bellezza. È affascinante che il dialogo sia tra due donne, perché se vogliamo che “il mondo” cambi in meglio, proprio le donne devono essere sempre di più protagoniste dell’evoluzione della nostra società e certo anche della nostra città”.

In mostra saranno esposte alcune sculture della serie “Mousiké”, le grandi “Porte del cielo”, un’installazione di metronomi, cento “libri d’artista” collocati su leggii, le celebri “Arpe” e cinque grandi alte vele in vetroresina bianca, concave come se dovessero accogliere il vento per salpare verso lidi lontani. Durante la mostra si terranno varie iniziative ed eventi collaterali, come concerti e incontri di approfondimento, che saranno ospitati nella seconda sala del percorso espositivo, dove sono collocati i leggii musicali.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti