Commenta

Suicidio Michele Cicli,
in Questura
non risultano indagati

Al momento la Questura non conferma la presenza di un indagato nell’inchiesta sul suicidio di Michele Barbisotti. Per l’uomo, titolare del negozio Michele Cicli di via Fabio Filzi, gli investigatori si stanno muovendo con tutti gli accertamenti del caso. Il conoscente che si trovava nel negozio proprio al momento del suicidio è stato sentito il giorno stesso in cui ha preso il via l’inchiesta. Ma il suo nome non risulta sul registro degli indagati secondo quanto si apprende dalla Questura nelle ultime ore.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti