Un commento

Le Acli di Cremona
si preparano al congresso
provinciale, il 5 marzo

Stanno procedendo a ritmo intenso le operazioni preliminari in vista degli importanti appuntamenti delle Acli. L’Associazione Cristiana si sta preparando per il Congresso Provinciale, che si terrà il 5 marzo presso il locali della sede di via Cardinal Massaia, dal quale usciranno i 25 componenti del nuovo consiglio provinciale. L’organo rimarrà in carica per il prossimo quadriennio.

Seguirà l’elezione del presidente e del consiglio di presidenza, che dovrebbe essere composto da cinque o sette membri (scelta a discrezione del presidente eletto). Il  presidente provinciale uscente (ma ricandidato per il prossimo quadriennio), Bruno Tagliati, sta partecipando a varie assemblee nei circoli illustrando programmi e nuove iniziative. Si sta abbozzando anche la relazione tecnica-politica su quanto svolto nell’ultimo quadriennio. Il documento toccherà i vari aspetti dell’attuale realtà che sta vivendo la società ed il mondo aclista.

‘Niente Paura. Con le Acli attraversiamo il cambiamento’ è il tema della relazione partecipata. Si tratteranno aspetti di carattere globale e locale ed gli eventuali cambiamenti secondo l’indirizzo  della Enciclica Laudato Si sulle questioni da affrontare. Gli altri argomenti che verranno toccati nella parte ‘sociale’ del congresso saranno la Terra intesa come ambiente e bene comune, la Casa – per la quale il tema “abitare solidale” è un forte impegno per le Acli – ed il Lavoro-Welfare: per quest’ultimo tema si ricorda che lo Stato sta tagliando i servizi dei patronati, tra cui appunto quello Acli.

Si darà un chiaro segnale per fronteggiarne alcune forme che si stanno ampliando quali l’accoglienza e l’integrazione dei migranti. Occhio attento come sempre su volontariato e cooperazione internazionale. Ricordiamo che a Cremona e provincia l’Acli vanta 32 circoli per oltre 3000 soci.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • U6o

    Il congresso dei catocomunisti