Commenta

Distributori di carburante
sotto la lente
della guardia di finanza

Distributori di carburante sotto la lente della guarda di finanza. Accertamenti sono stati effettuati nei confronti di svariate aree di rifornimento cremonesi nell’ambito di un’attività di monitoraggio partita nel 2015 e andata avanti anche nelle ultime settimane. Attività sulla quale al comando mantengono la linea del riserbo. Da quanto filtra, almeno tre le situazioni di irregolarità scoperte nell’emissione di carburante.

Tutti e tre i casi riguarderebbero distributori situati nel capoluogo. Le irregolarità sarebbero connesse alla vendita di benzina verde miscelata con altre sostanze, “allungata”, pertanto in grado di garantire maggiori introiti ma potenzialmente dannosa per i motori degli autoveicoli. Su ognuno dei casi di irregolarità i distributori hanno proceduto con interventi di ripristino delle condizioni normali, dopo momentanee chiusure dei singoli erogatori non a norma.

Al momento non risultano denunciati. Ma le verifiche, per accertare se sussistano profili di dolo o se si sia trattato di situazioni non pianificate dovute a un qualche genere di problema, vanno avanti.

Michele Ferro

© Riproduzione riservata
Commenti