Ultim'ora
2 Commenti

Alla mostra su 'La Vittoria
Alata' ben 2.350
visitatori in 3 mesi

La mostra 1937. La Vittoria alata e la Celebrazioni Stradivariane appassiona i cremonesi e non solo. In poco più di tre mesi, l’esposizione della statua in bronzo di epoca romana raffigurante una Vittoria sul globo ha attirato oltre 2.350 visitatori al Museo Archeologico S. Lorenzo. Un risultato positivo raggiunto anche grazie alla collaborazione con il Museo del Violino che ha ospitato l’altra sezione della mostra dedicata alle Celebrazioni Stradivariane del 1937, con l’esposizione di strumenti, fotografie e documenti originali.

Proprio per rispondere al continuo interesse, la parte archeologica della mostra, ospitata presso il Museo di San Lorenzo, viene prorogata fino al 5 giugno 2016. Un’occasione anche per programmare altre attività dedicate in modo specifico all’esposizione nel periodo di apertura della campagna di scavo presso il sito archeologico di Calvatone – Bedriacum, in cui nel 1836 è stata ritrovata la statua originale della Vittoria Alata, che si svolgerà a cura dell’Università degli Studi di Milano dal 2 al 27 maggio.

Rivisti anche gli orari del Museo con apertura prolungata nel weekend. A partire dall’8 marzo il Museo Archeologico potrà essere visitato dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13 e sabato e domenica dalle 10 alle 17. Inoltre, a breve sarà disponibile un ricco programma di iniziative collaterali.

Nel frattempo, nell’ambito del progetto Cremona e Brescia romana, sabato 5 marzo alle ore 10.30 presso il Museo del Violino e a seguire al Museo Archeologico avrà luogo la visita organizzata in sinergia con il Museo S. Giulia di Brescia alle due sezioni della mostra “1937. La Vittoria alata e le celebrazioni stradivariane” che saranno illustrate rispettivamente dai due conservatori Fausto Cacciatori e Marina Volonté.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti