Commenta

Sicurezza, Lega all'attacco:
'Da parte del Comune
un silenzio assordante'

Duro attacco della Lega dopo gli ultimi due episodi che vedono coinvolti degli immigrati: il pestaggio in pieno centro storico nei confronti di un cremonese, l’incursione in una abitazione di San Felice. “Questi sono gli ultimi due episodi nella nostra ormai non più tranquilla città” attacca il consigliere comunale Alessandro Carpani. “E l’Amministrazione Galimberti, cosa fa? Nulla! Proprio lunedì pomeriggio, nel dibattito in Consiglio comunale sul Documento Unico di Programmazione, sindaco e assessore sono stati incalzati dalle forze di minoranza sul problema della sicurezza nella nostra città. Nessuna proposta, nessuna risposta, solo un silenzio assordante da parte di questa amministrazione. Evidentemente, i problemi di microcriminalità che stanno colpendo sempre più frequentemente Cremona negli ultimi mesi, non sono importanti per il sindaco”.

“I cittadini sono sempre più preoccupati per la situazione che sta degenerando, in alcuni quartieri si sono organizzate ‘ronde’ per proteggere le case dai furti, altri non escono più nelle ore serali per evitare problemi di ogni sorta” continua il consigliere. “E’ ora di utilizzare la polizia locale per contollare le nostre periferie e il centro storico, non ci possono più essere aree, parchi, giardini della città in balia di ladri, violenti e molestatori, nella maggior parte dei casi immigrati. Cremona deve ritornare ad essere la città tranquilla e sicura di qualche anno fa, Sindaco e Assessori si devono attivare per ridare un senso di sicurezza ai nostri cittadini”.

© Riproduzione riservata
Commenti