Ultim'ora
Un commento

Il Comune ritira
il bando per il rilancio
di Palazzo Cittanova

Il Comune ha ritirato il bando su Palazzo Cittanova. Sembra che i due progetti presentati, uno di Giorgio Brugnoli e l’altro di Luca Beltrami e Giovanni Schintu, non abbiano i requisti necessari richiesti dalla Giunta comunale. L’idea era quella di rivalorizzare il palazzo, quasi sempre chiuso, usato solo per manifestazioni temporanee, come convegni o spettacoli. Di traverso sui progetti si è messa anche la Soprintendenza, che ha chiesto ulteriori verifiche, in quanto si sarebbe dovuto intervenire sulla struttura del palazzo, che risale al Duecento. L’idea della Giunta era quella della trasformazione in una sala polifunzionale, valrizzandola e sfruttandola tutto l’anno. Il progetto di Beltrami e Schintu, titolari della Nuova Cinefilo, prevedeva di sfruttare la sala per spettacoli dal vivo, teatro, danza e concerti, laboratori teatrali e il cinema che sarebbe diventata una risorsa aggiuntiva. L’altra proposta, quella di Giorgio Brugnoli, proprietario del cinema Chaplin, era quella di trasferire tutta la sua attività cinematografica al Cittanova. La terza manifestazione d’interesse era arrivata fuori tempo massimo ed era quella di Bibi Guarneri, amico di Enzo Iacchetti. L’idea era quella di trasformare un luogo per scoprire nuovi talenti, organizzando tutta una serie di spettacoli. Il ventaglio di proposte, a 360 gradi, avrebbe riguardato spettacoli di musica classica, moderna e jazz, teatro e pièce dialettali, oltre a incontri d’autore con scrittori e poeti, ma la punta di diamante del progetto riguardava il cabaret e la comicità. Di tutto questo non si farà più nulla.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti