Cronaca
Commenta25

Esultava per la strage di Bruxelles, ragazzo sospeso da scuola

Un ragazzo delle medie è stato sospeso da scuola perché inneggiava all'attentato in Belgio. E' successo in un istituto secondario di primo grado di Cremona durante le ore di lezione.

Un ragazzo delle medie è stato sospeso da scuola perché inneggiava all’attentato in Belgio. E’ successo in un istituto secondario di primo grado di Cremona proprio questa mattina, durante le ore di lezione, quando il giovane ha esultato per la strage di martedì mattina a Bruxelles, esprimendo la propria soddisfazione in merito ai fatti. Secondo quanto raccontano i compagni di classe, è addirittura uscito in corridoio arrotolando un quadernone e fingendo di avere in mano un mitragliatore e di sparare. Un episodio che non è sfuggito ai professori: immediatamente è stato convocato in presidenza ed è stata disposta la sua sospensione da scuola.

Il ragazzo non è nuovo ad episodi di questo tipo: già in occasione dell’attentato di Parigi aveva tenuto un atteggiamento simile, anche se all’epoca era stato soltanto richiamato, e i genitori erano stati convocati dal preside. A preoccupare maggiormente, al punto che della vicenda si sta interessando anche la Digos di Cremona, è il fatto che il giovane sarebbe il nipote di uno degli indagati – nel 2002 – nell’ambito di un’inchiesta sul terrorismo di matrice islamica con radici a Cremona.

Laura Bosio e Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti