Ultim'ora
Commenta

Falsi addetti, nuovi tentativi
Sfuggiti di un soffio
al quartiere Maristella

Finti addetti di acqua, luce e gas ancora in azione in città. Tentativi sono stati registrati tra martedì mattina e giovedì mattina in diverse zone di Cremona. Il cresciuto livello di attenzione della cittadinanza, anche nella fascia più anziana, sembra aver evitato colpi a segno (nessuna denuncia risulta al momento) e ha determinato, al contrario, diversi pattugliamenti d’urgenza nelle aree prese di mira. Ma nessun falso addetto è stato ancora colto con le mani nel sacco e le insidie sono state numerose.

Complessivamente, decine di campanelli suonati. Tentativi alla Villetta, allo Zaist e al Maristella. Segnalazioni sono state effettuate a carabinieri e polizia, ma all’arrivo delle pattuglie i finti addetti si erano già dileguati. Sono sfuggiti di poco a un equipaggio della Questura martedì. La chiamata di un abitante del Maristella, che parlava di due uomini che proprio in quegli istanti si stavano spacciando per addetti incaricati di verificare problemi sulla linea elettrica, ha portato la sala operativa ad attivare immediatamente un mezzo della Squadra volante, che si è portato subito sul posto. I visibili sospetti suscitati hanno però spinto i due soggetti a fuggire proprio alcuni istanti prima dell’arrivo della polizia, le cui ricerche hanno dato esito negativo.

Sul fronte dei raggiri il “porta a porta” non è l’unica modalità attuata nelle ultime ore. Giovedì mattina diversi bollettini-truffa con il marchio di Equitalia sono stati indirizzati in formato elettronico, via email, a cittadini cremonesi. Nel messaggio è presente un documento da scaricare, in realtà un file infetto che ha l’obiettivo di accedere ai dati presenti nel computer.

Michele Ferro

© Riproduzione riservata
Commenti