Ultim'ora
Un commento

'Adolescenti e dipendenze
tecnologiche: fuga dalla
realtà'. Progetto studenti

Generazione 3.0 –  Opportunità e trappole del mondo della rete, questo il titolo del convegno che si terrà venerdì 1° aprile alle ore 10 nell’aula magna dell’Istituto di Istruzione Superiore Arcangelo Ghisleri (via Palestro, 35).  Si tratta di un momento di riflessione sull’uso quotidiano, da parte delle giovani generazioni, delle tecnologie digitali.

E’ questo il primo appuntamento del progetto per l’anno 2016 Adolescenti e dipendenze tecnologiche: fuga dalla realtà, organizzato dal Gruppo teatrale studentesco Colpo di scena del Ghisleri – sezione staccata Beltrami – presentato questa mattina alla vice sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri, a Palazzo Comunale, da alcuni studenti dell’Istituto accompagnati dal Maestro Giuseppe Donzelli. L’evento ha infatti ottenuto il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, nonché la collaborazione del Museo del Violino e dell’Asst (Azienda Socio-Sanitaria Territoriale) di Cremona.

La vice sindaco, manifestato l’apprezzamento per tale iniziativa che il Comune ha inteso sostenere riconoscendone l’importanza, ha sottolineato come tutti ormai siamo tenuti a conoscere le nuove modalità di comunicazione dalle quali non si può prescindere soprattutto quando ci si confronta con gli adolescenti. Senza demonizzare la rete, bisogna sfruttarne le risorse che essa può offrire e questo lo si sta già facendo con la consapevolezza che la collaborazione tra istituzioni, in questo caso, è un elemento di fondamentale importanza.

Il progetto, che vede come docente referente la prof. Marianunzia Peruzzi con il dirigente scolastico Mariano Gamba, si articola in due momenti. Innanzitutto il convegno in programma venerdì 1° aprile, per riflettere sull’uso non responsabile, dei limiti personali e collettivi delle tecnologie digitali da parte delle giovani generazioni, senza tuttavia alcuna preclusione verso un progresso tecnologico utile alla società, che vede gli interventi di: Roberto Poli, responsabile Servizi Psichiatrici Ospedale di Cremona, Maria Paola Negri, docente della Facoltà Scienze della Formazione all’Università di Brescia, Bruno Fracasso giornalista, poeta e storico, di Fabio Santini, Coordinatore Spaziogiovani on line (con Federico Denti e Federico Vismara), Marco Fornasari, responsabile dei Laboratori didattici del Museo del Violino, Ispettore Superiore Alberto Casarotti, responsabile Polizia Postale e Comunicazioni di Cremona, e Riccardo Feraboli, imprenditore.

L’altro momento si terrà il 10 aprile prossimo, alle 17.30, all’Auditorium G. Arvedi del Museo del Violino, istituzione attenta al mondo della scuola, dove andrà in scena lo spettacolo Labyrinthi, che vede impegnato il Gruppo teatrale Colpo di Scena con 24 ragazzi dell’Istituto Ghisleri (Luca Cigoli, Maria Bettoni, Isabella Sabatino, Manuel Anelli, Mariam Zidouh, Chiara Toninelli, Gaia Gerevenini, Aurorara Penna, Wendy Pilo, Daniele Araldi, Matilde Lari, Amrit Saini, Beatrice Anzani, Cecilia Porro Bellini, Gianmaria Cavalli, Gloria Berselli, Yasmine Tabi, Giulia Negri, Andrea Gusberti, Federico Bosio, Alice Eusebio, Anna Viola, Alessandro D’Alfonso, Giorgia Gregori). Testi e regia sono di Marianunzia Peruzzi, musiche del Maestro Giuseppe Donzelli, coreografie di Antonella Magni, scenografia del Maestro Angel Miguel Perez Batista.

© Riproduzione riservata
Commenti