Commenta

Luciana Castellina
all'Arci per parlare
di Europa ai giovani

Manuale antiretorico dell’Unione Europea. Da dove viene (e dove va) questa Europa: questo il titolo del nuovo libro di Luciana Castellina, giornalista e scrittrice, che sarà protagonista dell’incontro di martedì 3 maggio, alle ore 21 a Cremona, presso Luogocomune – Centro Sociale Culturale Arci, in Via Speciano, 4 (ingresso con tessera Arci 2016). L’iniziativa è promossa da Arci Cremona, Circolo Arcipelago e Arci Book Lombardia.

Si avvicina il 9 maggio, la Giornata dell’Europa. Ma cosa intendiamo quando parliamo di Europa? Quali confini, quale cultura, quali simboli? Castellina, classe 1929, protagonista della politica italiana ed europea, ripercorre nel libro sessant’anni di storia dell’Unione Europea e sottolinea la necessità di rilanciare il progetto dell’Unione per recuperare un controllo politico democratico sul nostro futuro. Giornalista, scrittrice e militante politica, Luciana Castellina ha fatto parte del gruppo fondatore del quotidiano Il Manifesto, dopo l’espulsione dal PCI nel 1969. Eletta alla Camera dei Deputati e al Parlamento Europeo, ha scritto numerosi saggi e racconti (è stata finalista al premio Strega nel 2011). Da più di vent’anni fa parte del Consiglio Nazionale di Arci e nel 2014 ne è stata nominata Presidente Onoraria.

L’incontro fa parte della campagna nazionale di promozione della lettura Il Maggio dei Libri, promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Nella mattinata di martedì 3 maggio, inoltre, Luciana Castellina incontrerà le ragazze e i ragazzi delle scuole superiori per un dialogo intorno al tema delle prospettive future dell’Unione Europea; l’incontro, realizzato in collaborazione con il Liceo “Daniele Manin” e con gli studenti Rappresentanti di Istituto, si terrà presso l’aula magna del Liceo.

© Riproduzione riservata
Commenti