Cronaca
Commenta

38 grammi di hascisc e coca in una casa del centro, un arresto

Un cittadino albanese 33enne è stato arrestato dalla guardia di finanza per detenzione di droga ai fini di spaccio dopo un controllo nel centro di Cremona. L’attività, si apprende in queste ore, si è svolta nella serata di martedì. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Cremona hanno sottoposto a controllo l’uomo, visto uscire con fare sospetto da un’abitazione che non coincideva con il suo domicilio. Il 33enne (note le iniziali: C.N.) al momento del controllo, spiegano dal comando di via Zara, è risultato non in regola con il permesso di soggiorno e ha riferito di essere ospite nell’abitazione di un cugino, mostrandosi insofferente alle domande. I militari, approfondendo l’ispezione, hanno trovato all’interno del portafoglio due ricevute riguardanti il pagamento di un canone mensile di locazione, a suo nome, in un immobile ubicato in un’altra via, sempre nel centro di Cremona, e hanno inoltre trovato una coppia di chiavi, indicate dall’albanese come quelle del lucchetto della bicicletta, ma con tale lucchetto incompatibili.

Un più approfondito riscontro eseguito con i terminali della sala operativa della caserma “Campagnoli” ha rivelato che, a carico dell’albanese, risultavano accesi due contratti di fornitura di acqua ed energia elettrica, coincidenti con l’indirizzo dell’immobile dal quale era stato notato uscire. I finanzieri hanno allora proceduto alla perquisizione dell’abitazione, in cui sono state scoperte e sottoposte a sequestro, si apprende dal comando, numerose dosi di stupefacente predisposte per lo spaccio, suddivise ed occultate in diversi nascondigli, per complessivi 38 grammi, tra hascisc e cocaina, nonché un bilancino elettronico di precisione completamente intriso di cocaina. Al termine delle operazioni il 33enne è stato arrestato.

Gdf

© Riproduzione riservata
Commenti