Ultim'ora
Commenta

Scuole: Artistico e Musicale
unificati, Apc con Torriani
e lo Stanga con Crema

Uniti in matrimonio appena tre anni fa e adesso già pronti a separarsi: sono i due istituti professionali per l’industria e l’artigianato Apc di Cremona e Marazzi di Crema, uniti sotto un’unica dirigenza in quanto con un numero di iscritti inferiore alle 600 unità, ma adesso già in procinto di separarsi a causa dell’attuazione della egge 107 sugli ambiti scolastici, su cui l’ultima parola spetta alla Provincia. La voce grossa l’ha fatta finora il Comune di Crema, che ha chiesto lo scorporo delle sedi cremasche da quegli istituti che hanno un’unica direzione Cremona-Crema. Un esempio per tutti, l’istituto agrario Stanga, con sede di dirigenza e segreteria amministrativa a Cremona, ma sezioni con una ben precisa fisionomia a Crema e a Pandino.

Di opinione parzialmente diversa il comune di Cremona, che finora ha tenuto un profilo basso sulla questione, mentre oggi intervengono il vicesindaco Maura Ruggeri, con delega all’Istruzione, e l’assessore all’Area Vasta e al Patrimonio Andrea Virgilio, entrambi del Pd, per i quali la costituzione degli ambiti con riferimento a queste realtà potrebbe essere una occasione per risolvere alcune criticità e valorizzare ulteriormente risorse esistenti a vantaggio dell’intero territorio.
“Un’opportunità – affermano –  sarebbe certamente costituita dalla possibilità di garantire stabilmente all’Istituto di Istruzione Superiore A.Stradivari una dirigenza e una Direzione dei Servizi Generali e Amministrativi (DGSA) necessarie per le complesse relazioni internazionali che tale istituto deve garantire, tenuto conto dell’importante ruolo che esso riveste nell’ambito della formazione liutaria a vantaggio dello sviluppo dell’intero territorio e non certo solo dell’ambito cremonese”, dichiarano i due amministratori, che aggiungono: “Tale opportunità potrebbe essere resa possibile dall’accorpamento dell’Istituto Stradivari con la sezione staccata cremonese del Liceo Artistico Munari, operazione che garantirebbe la completa autonomia al primo e potrebbe essere finalizzata alla costituzione di un Polo delle arti e della musica che vedrebbe al centro la prestigiosa Scuola Internazionale di Liuteria, con i Licei Musicale ed Artistico, e gli indirizzi professionali di Design di Moda e di Design d’Interni”.
“L’accorpamento inoltre della sezione cremonese del Marazzi (ex Apc)  con l’Istituto di Istruzione Superiore ‘J. Torriani‘ potrebbe risolvere la criticità costituita dal progressivo calo delle iscrizioni del Marazzi stesso. La definizione degli ambiti dovrebbe invece lasciare inalterata l’attuale configurazione dell’Istituto Stanga per non comprometterne le caratteristiche di polo di filiera provinciale nel settore agrario: infatti, i rapporti con l’università e con le realtà economiche e produttive locali, parte essenziale della mission e della tradizione dell’Istituto, ne fanno una realtà importante per l’intero territorio provinciale”, concludono Ruggeri e Virgilio.

© Riproduzione riservata
Commenti