Cronaca
Commenta

'L’importanza di essere Breast unit': convegno sabato 18 giugno

Sabato 18 giugno a partire dalle 8,30 a Cremona si terrà il convegno “L’importanza di essere Breast unit”. Responsabili scientifici dell’evento sono Alberto Bottini e Daniele Generali.

Sabato 18 giugno a partire dalle 8,30 a Cremona si terrà il convegno “L’importanza di essere Breast unit”. Responsabili scientifici dell’evento sono Alberto Bottini (direttore UO Chirurgia ad indirizzo senologico – Breast unit dell’ASST di Cremona) e Daniele Generali (responsabile di Terapia Molecolare e Farmacogenomica e professore associato in oncologia medica presso l’Università degli Studi di Trieste).

Cultura e scienza si incontrano nell’auditorium del Museo del Violino: numerosi gli specialisti che parteciperanno al convegno per fare il punto sullo stato dell’arte dei percorsi di diagnosi e cura del carcinoma mammario.
In Italia sono 450mila le donne colpite da tumore al seno, ogni anno ne vengono diagnosticati circa 40mila nuovi casi. Diagnosi precoce, disponibilità di terapie mediche e tecniche radiologiche efficaci e sempre meno aggressive, ma soprattutto approccio multidisciplinare alla malattia – tale da garantire un’assistenza coordinata e tempestiva – hanno fatto registrare straordinari traguardi nella lotta al carcinoma mammario.
La Breast Unit di Cremona è un esempio di modello organizzativo di medicina multidisciplinare, in grado di offrire alla paziente con tumore mammario, un’assistenza di alto livello dalla diagnosi fino alla riabilitazione.

Al programma formativo sono stati riconosciti 5 crediti ECM per le seguenti figure professionali: biologi, farmacisti ospedalieri, tecnici sanitari di radiologia medica, infermieri, assistenti sanitari, medici chirurghi specializzati in: ematologia, genetica medica, medicina interna, oncologia, radioterapia, chirurgia generale, chirurgia plastica e ricostruttiva, ginecologia e ostetricia, anatomia patologica, farmacologia e tossicologia clinica, laboratorio di genetica medica, medicina nucleare, radiodiagnostica, medicina generale.

© Riproduzione riservata
Commenti