2 Commenti

Stradjvari, entusiasmo
ed extra di mezz'ora
'Speriamo altre feste così'

Foto Sessa

AGGIORNAMENTO – Un successo Stradjvari. Esordio col botto per i Giovedì d’estate 2016, partiti con l’evento che ha portato sul palco allestito in piazza Stradivari numerosi dj cremonesi e vari ospiti, ripercorrendo decenni musica.

La serata è stata animata dalla coppia di dj cremonesi Andrea e Michele, volti e voci di Radio Deejay, e il primo, figlio di Eugenio Marchesi che da qualche mese ha preso in mano le redini di Botteghe del Centro, l’associazione di negozianti del centro storico che organizza i Giovedì d’Estate e che aderisce a Confcommercio. La piazza ha iniziato a riempirsi già alle 21, quando ha preso il via la manifestazione. Prima i saluti e i ringraziamenti di rito, con l’organigramma al completo delle Botteghe sul palco e con il sindaco Gianluca Galimberti e l’assessore Barbara Manfredini. Dopo qualche breve discorso, spazio alla musica. Special guest della serata, Albertino. Sul palco, tra gli altri, anche Frankie Hi-Nrg e Rudy Zerbi. Attorno a piazza Stradivari, tanta gente a passeggio e bar presi d’assalto.

Entusiasmo tra i ragazzi in piazza Stradivari e raffica di commenti positivi in rete tra i giovani cremonesi. Ma il divertimento ha coinvolto anche cittadini meno giovani. La serata è durata circa 30 minuti in più di quanto inizialmente previsto (“il sindaco ci ha autorizzati a proseguire ancora mezz’ora”, è stato spiegato al microfono) e si è chiusa attorno all’1,30. Al termine, tutti i dj insieme sul palco e da Andrea Marchesi un auspicio: “Speriamo sia la prima di feste del genere”. Giovedì prossimo il programma dei Giovedì d’estate prevede animazione legata allo sport.

GALLERIA FOTOGRAFICA di Francesco Sessa

_MG_4858 _MG_4883 _MG_4891 _MG_4725 _MG_4749 _MG_4753 _MG_4763 _MG_4766 _MG_4803 _MG_4814 _MG_4824 _MG_4828 _MG_4832

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Marcello Villa

    Che tristezza che la gente si entusiasmi per una musica fatta a computer (ritmo e poco più…è musica? boh…!) propinata ad un volume pazzesco, ben oltre la “soglia del dolore”! Poi mi piacerebbe sapere che senso ha applaudire coloro che non” producono” musica ma che hanno il solo “merito”(sai che roba!!!) di mettere su roba già registrata e prodotta da altri….

  • HO

    Ripetere ? Meglio di No! Totale mancanza di rispetto per qualsiasi regola: dalla sanità acustica, alla convivenza con il quartiere ospitante che non ha mai chiesto queste manifestazioni. Lo sforamento di mezz’ora (a notte fonda) autorizzato da chi aveva messo il termine, cioè il Sindaco, la dice lunga sulle capacità deterministiche e di coerenza. Che sia una manifestazione artistica, culturale, o di crescita cittadina è meglio non pensalo neanche. Ma che le facciano a Porta Mosa, al Foro Boario o al parcheggio della Fiera!