Commenta

Sinergia tra ambiti sociali
del Cremonese e Casalasco,
odg approvato in Consiglio

In Consiglio comunale l’approvazione di un ordine del giorno che “imprime un forte slancio al progetto di avvicinamento tra Azienda Sociale Cremonese e Consorzio Casalasco”, sottolinea il Partito democratico con una nota del consigliere Luigi Lipara. “Un passo importante per ripensare insieme il welfare sul nostro territorio e per fare economie sui costi di gestione delle strutture, ottimizzando e rendendo più equa l’offerta di servizi socio-sanitari”, secondo Lipara. Nel corso del dibattito, il confronto anche sul concetto di Area omogenea, che “non rappresenta uno steccato all’interno del quale rivendicare istanze di carattere identitario volte a distinguere territori diversi, bensì l’ambito ottimale all’interno del quale si possono progettare, organizzare ed erogare servizi più efficienti per i cittadini”. Il documento approvato, a firma dei consiglieri Giovanni Gagliardi (presidente della commissione sull’Area vasta), Rodolfo Bona, Francesca Pontiggia e Paolo Carletti, esorta l’Amministrazione cremonese a proseguire nel lavoro già intrapreso nella ricerca di sinergie sul territorio, rafforzando il dialogo con tutte le istituzioni per giungere all’omogeneizzazione e alla semplificazione dei servizi e all’elaborazione di una proposta di piano strategico che vada nella direzione dell’unificazione degli ambiti sociali interessati, tenendo conto anche dell’avvenuto superamento dei vecchi distretti Asl di Cremona e Casalmaggiore in seguito alla costituzione della nuova Asst. “Peccato che le opposizioni, pur dichiarando di apprezzare il progetto, si siano astenute – evidenzia la nota del consigliere Lipara -. Sarebbe stata una bella occasione per mostrare coerenza e affermare la volontà di costruire assieme il futuro di una città che non vuol più stare ripiegata su se stessa”.

© Riproduzione riservata
Commenti