Commenta

AcqueDotte, festival al via
domani sera al Trecchi
con Dee Dee Bridgewater

Tutto pronto per il battesimo della seconda edizione del Festival AcqueDotte, che prenderà il via domani – 8 luglio, ore 21.30 – con il concerto di Dee Dee Bridgewater nella cornice di Palazzo Trecchi a Cremona.

In apertura del concerto inaugurale del Festival, si terrà un esclusivo aperitivo con i prodotti di eccellenza di Cremona e del Garda”. L’evento è organizzato da Strada del Gusto Cremonese nella terra di Stradivari, Strada dei Vini e Sapori del Garda e Gal – GardaValsabbia, in collaborazione con il Consorzio Tutela del Provolone Valpadana Dop, Consorzio di Tutela del Salame Cremona Igp, Consorzio Tutela Grana Padano, Enogastronomia Mazzini di Cremona e Panificio Badioni di Casalbuttano. L’evento verrà presentato dall’introduzione storica della dott.ssa Carla Bertinelli Spotti, Console del Touring Club per Cremona, studiosa di cucina cremonese e membro dell’Accademia Italiana della Cucina.

Dee Dee Bridgewater, jazzista americana, è una delle punte di diamante di questa edizione della rassegna, che ha scelto il tema dell’acqua come suo filo conduttore e che dividerà i suoi appuntamenti tra Cremona e Salò: due località bagnate dall’acqua, quella del Po e quella del Garda, pronte ad unirsi in un unico flusso di note, di emozioni e di riflessioni. Un tema che Dee Dee Bridgewater svilupperà attraverso un programma che vuole essere uno straordinario omaggio alle persone e alla cultura di New Orleans, un pensiero in musica a dieci anni esatti dal disastro provocato dall’uragano Katrina. “Le acque di Katrina – ricorda Dee Dee – hanno portato via così tanto a così tante persone. Possiamo solo guardare a questo progetto come ad un esempio tangibile di amore, di rinascita e di guarigione attraverso l’arte del jazz”.

A Cremona la straordinaria cantante statunitense presenterà le canzoni del suo ultimo disco Dee Dee’s Feathers, ma non solo: “Eseguirò alcuni pezzi che ho registrato con Theo Croker – anticipa Bridgewater – e canzoni tratte da tutto il mio repertorio, compresa anche qualche chicca mai registrata”.
Ma non è solo la voglia di esibirsi a spingere Dee Dee a Cremona: “L’Italia è da sempre un Paese che porto nel cuore: amo la vostra cultura, il gusto per la vita, il calore della gente, l’amore per la figura della mamma. E poi adoro la cucina – la mia preferita -, le arti, la moda, il design.. potrei viverci, in Italia!”.

LE ALTRE DATE

La seconda edizione del festival AcqueDotte, organizzata dai Comuni di Cremona e Salò e costruita dal direttore artistico Roberto Codazzi, proseguirà poi con l’eclettismo della Banda Osiris (17 luglio, Salò), con Hevia e la sua cornamusa elettronica (29 luglio, Cremona), con il tango sensuale di Ute Lemper (2 agosto, Cremona), con le spettacolari coreografie dell’Evolution Dance Theater (11 agosto, Cremona), con la coppia d’oro formata da Greta Panettieri e Fabrizio Bosso (20 agosto, Salò), con Moni Ovadia accompagnato dall’Orchestra Adriatica (26 agosto, Cremona), con le sonorità sudamericane della Tango Spleen Orquesta (28 agosto, Cremona) e con i suoni africani di Saba Anglana (3 settembre, Salò). Fuori programma l’epilogo del 17 settembre con il Jazz Day promosso da MIDJ (Musicisti italiani di jazz), che porterà a Cremona i migliori astri nascenti del jazz nazionale.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti