2 Commenti

Bonaldi replica a Mariani:
'Appartenenza territoriale
prima di quella politica'

Stefania Bonaldi

Neppure le sollecitazioni del segretario provinciale del Pd Matteo Piloni sono bastate a fermare le polemiche tra i sindaci cremaschi e cremonesi, specialmente proprio in area Pd, sul tema dell’Area Vasta. Dopo il botta e risposta tra i sindaci di Cremona e Crema, Gianluca Galimberti e Stefania Bonaldi e dopo la bordata di Roberto Mariani (primo cittadino di Stagno Lombardo) a quest’ultima, è proprio il sindaco cremasco ad avere l’ultima parola, proprio in risposta a Mariani.

“Caro Roberto, come amministratore mi vergogno quando non sono in grado di offrire servizi adeguati a tutti i miei concittadini, quando ancora restano impigliati nei nodi di una burocrazia inutile, quando vengono da me a cercare lavoro e l’unica cosa che posso fare è ascoltarli e guardarli negli occhi” scrive Bonaldi in un post su Facebook.

Bonaldi dichiara di non provare vergogna “quando difendo le aspirazioni del mio Territorio”. E cerca di allontanarsi dalla polemica politica. “Il Pd non c’entra nulla, ma proprio nulla, questo delle Aree Vaste che stiamo affrontando è un problema di Territori e di storie relative, di come il Cremasco ritenga di non avere nulla da spartire con Mantova con cui è invece giusto che Cremona si allei se lo ritiene funzionale e naturale alle ambizioni della sua gente”. Insomma, il territorio e le sue priorità vengono prima di tutto il resto.

Bonaldi si rivolge direttamente a Mariani. “Il cremasco guarda altrove e il Pd, che è il mio partito, il tuo e pure quello del sindaco di Cremona, non c’entra davvero. Non ci saranno diktat o ordini di scuderia. Perché se ci saranno si farà male il Pd, perché i diritti dei cittadini vengono prima della concordia nel partito, senza contare che tutti i sindaci del Cremasco sono ragionevolmente vicini a questa nostra ambizione di Territorio perché credono in un progetto e non nelle belle esortazioni. Questo vorremmo fosse chiaro. Siamo uniti e compatti al di là delle appartenenze politiche perché su un tema come questo l’appartenenza territoriale viene prima”.

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • giorgino carnevali

    Pd, OVVERO….!
    NON SI POTRA’ CANTAR BENE
    SE DAL CUORE NON VIENE
    POICHE’ CHI HA BISOGNO D’ESSER SPRONATO
    DOVRA’ FAR I CONTI CON TUTTO IL CREATO.

    EVITUM PERO’ DE TEGNER LOONGA LA TUVAIA
    LA MINESTRA LA SARA’ POOCA MA LOONGA LA BRUDAIA,
    NEGHER EL PAAN, FORT EL VEEN
    L’E’ MIA UURA DE’ PIANTAALA CUN ‘STI CASEEN ?“

  • Nokia

    I campanili contano, eccome, purtroppo.