Commenta

Fasani: 'Non si cancelli il
Cremona City Hub; pronto
a collaborare per variante'

Il consigliere comunale di minoranza Federico Fasani, tra i promotori del Cremona City Hub durante la scorsa amministrazione, si dice sorpreso della scelta del Comune di cancellare la previsione urbanistica annunciata dall’assessore Andrea Virgilio (leggi qui); chiede di cambiare idea e tende la mano assicurando una “opposizione costruttiva” se il Comune volesse apportare modifiche attraverso una variante.

“Anche se quella che sta governando, purtroppo, è la ‘giunta della gomma’, fatta  di cancellatori di progetti”, scrive Fasani pochi minuti dopo la pubblicazione della notizia su CremonaOggi, “in realtà credo che si tratti di un malinteso dal momento che nelle frequenti e costruttive occasioni di confronto tra l’Assessore Virgilio ed il sottoscritto è emersa semmai la necessità, anche condivisibile, di apportare modifiche ad alcune previsioni di piano soprattutto in materia infrastrutturale. Infatti le condizioni urbanistiche cambiano ed i piani, grazie alla loro flessibilità, consentono adeguamenti per rendere gli strumenti tecnici sempre più aderenti alla realtà dei fatti. Peraltro, pur essendo un piano ambizioso, il Cremona City Hub ha già conosciuto una prima attuazione nel Polo Tecnologico, fortemente voluto dalla giunta Perri ed oggi in fase di realizzazione.
Vorrei ricordare che questo piano proviene da un lungo percorso che ha visto la costruzione delle previsioni a partire dalla consultazione popolare sino ad arrivare ad un concorso internazionale di progettazione. Il Cremona City Hub è un piano che vuole guardare avanti e che si sostiene su una capacità di visione non comprimibile con la fretta di vedere tutto realizzato in pochi anni. Essendo una previsione non comporta costi o rischi di alcun tipo. Anzi, la presenza di un piano approvato e la sua contestuale flessibilità, sono strumenti fondamentali per potere intervenire in maniera organica sul comparto.
Sono sicuro che almeno l’Assessore Virgilio si renda conto che la cancellazione ideologica dell’operato di chi è venuto prima non deve andare a scapito dei Cittadini.
“Inoltre – conclude l’ex assessore –  di fronte alla possibilità e all’opportunità di affrontare una variante, invece, l’Assessore sappia che potrà contare anche su una opposizione costruttiva e responsabile da parte mia, volta al raggiungimento del migliore risultato nel rispetto delle esigenze reali della Città”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti