Commenta

Stuprò 14enne cremonese
al lunapark, per giostraio
condanna definitiva

4 anni, 3 mesi e 12 giorni di carcere. E’ diventata definitiva la sentenza emessa nei confronti di E.G., giostraio 30enne che nel 2009, al luna park di Cremona, era stato coinvolto in un caso di violenza sessuale di gruppo ai danni di una cremonese di 14 anni.

Quattro anni, tre mesi e dodici giorni di carcere. E’ diventata definitiva la sentenza di colpevolezza emessa nei confronti di E.G., giostraio 30enne che nel 2009, al luna park di Cremona, era stato coinvolto in un caso di violenza sessuale di gruppo ai danni di una cremonese di 14 anni. Ieri gli agenti della squadra mobile di Modena hanno rintracciato il ricercato, che risiedeva nella zona di Vignola, e lo hanno tratto in arresto. Sconterà la sua pena in carcere. In primo grado, nel gennaio del 2012, il 30enne, processato con il rito abbreviato, era stato condannato a cinque anni e quattro mesi di reclusione. Sette anni fa l’allora 23enne, insieme ad altri tre giovanissimi, aveva costretto la ragazzina ad appartarsi e a praticare loro sesso orale. Non in una sola occasione, ma anche in una seconda a distanza di un giorno, quando la vittima era tornata al luna park per chiarire l’accaduto. Il 23enne ha sempre negato con forza gli abusi e ha sempre ribadito che la minore era consenziente. Sarebbe stata lei, secondo la sua versione, ad essersi fatta avanti e ad attirarli con avances con il solo scopo di ottenere i gettoni della fiera. Insieme al 23enne, erano rimasti coinvolti anche un 19enne, processato in udienza preliminare e condannato a cinque anni, un 17enne e un 14enne, che avevano ottenuto dal tribunale per i minori di Brescia un periodo di messa alla prova.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti