Sport
Commenta

La pallavolista Carmen Turlea è il nuovo opposto della Pomì

La presentazione della giocatrice in Baslenga

E’ Carmen Turlea il nuovo opposto della Pomì, che affiancherà Samanta Fabris. Una giocatrice matura (41 anni), con un palmares di tutto rispetto, che nella passata stagione ha giocato nella Azzurra Volley San Casciano (nota come Bisonte di Firenze).

La giocatrice – tredicesima in ordine di presentazione del roster Pomì 2016-’17 – ha fatto la sua prima conoscenza con stampa e tifosi martedì 6 settembre, al termine dell’allenamento pomeridiano nella palestra Baslenga.

Proveniente direttamente da Cervia, dove ha trascorso un periodo di relax, la Turlea è pronta a rimettersi a lavorare intensamente: “Nel giro infatti di poche settimane dall’inizio della preparazione, parteciperemo subito al Mondiale per Club di Manila, per cui dovremo iniziare alla grande. Io sono pronta a fare la mia parte”. Nella sua lunga carriera sportiva, il martello rumeno non aveva mai disputato prima questa competizione internazionale: “Evidentemente nella vita non bisogna mai dire mai. Per me, comunque, è una bella opportunità, che intendo vivere al massimo”.

Nata il 18 novembre 1975, Carmen compirà dunque a breve 41 anni. “Tanti me lo chiedono: ma come fai? Hai ancora voglia di scendere in campo? Ed io rispondo di sì: a me piace tantissimo giocare a pallavolo; e quest’anno, quando si è profilata la possibilità di farlo con una squadra seria e vincente come la Pomì, mi sono detta “Perché no?”. Ringrazio pertanto la società per l’opportunità che mi viene offerta”.

Dall’alto della sua esperienza, Turlea giudica la nuova Pomì “una bella squadra”: “Ho giocato sinora in squadra con Bosetti e con una giovanissima Sirressi, ed ho ottimi ricordi. Molte delle nuove compagne, peraltro, le ho sfidate tantissime volte: posso dire, pertanto, che a livello tecnico il gruppo è fantastico e molto equilibrato, senza contare che l’allenatore Gianni Caprara è uno dei grandi. Sono certa che anche a livello umano sarà un grande gruppo. A questo punto, non ci resta che lavorare, e fare del nostro meglio perché la Pomì continui a vincere”.

Figlia d’arte (sua madre è la nazionale rumena Marinela Neac?u), crebbe nel Rapid Aibo Bucarest. Esordì nella Serie A1 italiana vestendo la maglia della Parmalat Matera nella stagione 1997-98. Nel 2001-02 vinse lo scudetto con la Radio105 Foppapedretti Bergamo. Giocò anche con la Pallavolo Chieri, che trascinò alla prima qualificazione europea nel 2003-04. Difese poi i colori di Jesi e Santeramo, con cui giocò i play-off scudetto. Nella stagione 2006-07 passò all’Unicom Starker Kerakoll Sassuolo, in A2, con la quale conquistò una promozione in massima serie e vinse una Coppa Italia di categoria. Nel 2007-08 si è imposta come miglior realizzatrice nel campionato di A1. Ha militato nella Yamamay Busto Arsizio nel 2009-10, con la quale ha vinto la Coppa Cev 2009-2010, venendo eletta migliore giocatrice della competizione. Nalla stagione 2010-11 ha giocato nella Spes Volley Conegliano. Nella stagione 2011-12 è passata al River Volley Piacenza con cui è rimasta per due campionati, vincendo nell’annata 2012-13 la Coppa Italia e lo scudetto.

Nella stagione 2013-14 è passata al Volley 2002 Forlì, da cui però si è ritirata a metà campionato; nella stagione 2014-15 è stata ingaggiata dalla neopromossa Azzurra Volley San Casciano.

© Riproduzione riservata
Commenti