Commenta

Prima unione civile a Cremona:
sono due donne
che convivevano da tempo

E’ stata celebrata ai primi di settembre la prima unione civile a Cremona. Protagoniste sono state due donne cremonesi che hanno voluto mantenere l’assoluto riserbo sulla loro decisione, tant’è che l’unione non è stata sancita nelle sale del palazzo, ma presso l’ufficio  di stato civile, davanti al vicesindaco Maura Ruggeri. Una decisione presa per evitare qualsiasi tipo di spettacolarizzazione. Le due donne, non giovani, convivevano da tempo e hanno voluto così ufficializzare il legame. La cerimonia è durata più o meno quanto un  matrimonio civile. Strettissimo riserbo, in Comune, su quale sarà la prossima data, sicuramente ad ottobre, non necessariamente in una sala di rappresentanza. La stessa legge che regola le coppie di fatto non prevede pubblicazione dei nomi come avviene per i matrimoni, quindi sta nella discrezionalità dei diretti interessati decidere se divulgare o meno la propria scelta. Per ora le coppie cremonesi che stanno pensando di sancire l’unione davanti allo Stato mantengono il massimo riserbo.

© Riproduzione riservata
Commenti