Commenta

'Daddy's Pride on bike':
tappa cremonese per
promuovere bi-genitorialità

Passerà anche da Cremona il ‘Daddy’s Pride on bike’, l’evento itinerante a favore della bigenitorialità ideato da  Gabriele Fabris, papà separato di Chioggia. Il momento clou dell’evento si terrà a Strasburgo, al fine di far emergere nel nostro paese le problematiche gestionali dei figli conseguenti alle dinamiche di genitorialità fragile, separazione e divorzi. A Cremona l’appuntamento – promosso dall’Associazione Bi. Genitori Diritti dei Minori – è presso Spazio Comune sabato 17 settembre (ore 17), alla presenza dell’assessore comunale Welfare di Comunità Mauro Platè, ai consiglieri comunali Alessandro Fanti e Paolo Carletti.

Gabriele Fabris è partito in bici da Venezia. l’11 settembre 2016 per arrivare a Strasburgo alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, ai primi di ottobre, dove verrà accolto dall’Europarlamentare Lorenzo Fontana (Lega Nord), percorrendo circa 1100 km, passando per Chioggia, Este, Verona, San Giovanni Lupatoto, Mantova, Cremona, Brescia, Bergamo, Como, Lugano, Bellinzona, Biasca, Andermatt, Altdorf, Lucerna, Aarau, Basilea, Mulhose.

“L’evento intende dar voce ai genitori che si trovano in condizioni di genitorialità fragile, che spesso di conseguenza versano in situazioni di grave disagio sociale ed economico, e per sottoporre all’attenzione dell’opinione pubblica le condizioni dei bambini che si vedono spesso privati dell’affetto di uno dei genitori, non riuscendo a vivere pienamente il diritto ad usufruire di tempi paritari tra padre e madre” spiegano i promotori. “La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, peraltro in più occasioni, ha palesato che il nostro Paese non predispone di un sistema giuridico e amministrativo adeguato per tutelare il diritto inviolabile dei figli a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori. (Legge54 /2006), ‘Affido Condiviso’, istituto che ad oggi di fatto rimane per lo più inapplicata”.

L’Associazione Bi. Genitori Diritti dei Minori – Cremona & Mantova, al fine di promuovere sul territorio cremonese e mantovano il principio della Bigenitorialità e della tutela dei diritti dei bambini , ha ritenuto di aderire all’iniziativa contestualmente alla realizzazione di Spazi di Ascolto Orientato in diversi Comuni dei territori, in esito alla interlocuzione e collaborazione con diverse Amministrazioni Comunali, sensibilizzate anche sulla istituzione del Registro della Bigenitorialità.

“L’iniziativa specifica e l’attività di Bi. Genitori trova la sua cornice anche nelle politiche che Regione Lombardia a decorrere dal 2013 ha messo in atto in tema di tutela della genitorialità, in particolare con figli minori, nonché nelle iniziative promosse per favorire il riscatto sociale dei genitori separati o divorziati con figli minori in situazioni di fragilità economica ed abitativa” spiegano ancora gli organizzatori.

All’arrivo a Strasburgo Gabriele Fabris consegnerà ad un referente del consiglio Europeo, un cappio, quale gesto simbolico per impegnare i rappresentanti degli Stati membri ad attivarsi per sanare le criticità della legislazioni Italiana, rivelatasi inadeguata nel garantire il diritto dei bambini a permanere in un contesto familiare, godendo pienamente dell’amore di entrambe i genitori.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti