Commenta

Nomina Bertusi illegittima?
Dura replica del presidente
di Fondazione Sospiro

Dopo le polemiche sulla vicenda di Sospiro e i dubbi sulla nomina di Fabio Bertusi a direttore della Fondazione che gestisce l’Ios, sollevati all’interno di Forza Italia, arriva la dura replica del presidente Francesco Boccali. “La designazione del direttore generale – afferma –  avvenuta ad unanimità del consiglio di amministrazione e quindi dei rappresentanti dei soci fondatori (Comune di Sospiro, Provincia di Cremona, Diocesi di Cremona), è stata supportata da un’ampia e approfondita valutazione riguardo alle capacità riscontrate dallo stesso” evidenzia. “Non può diventare un elemento negativo la giovane età del dott. Fabio Bertusi rispetto ad un ruolo che, seppur importante, ha dimostrato ad oggi di assolvere al meglio”.

“Inoltre, rispetto ad un parziale e poco rappresentativo quadro formativo e professionale, sono ad inviare una breve nota che connota meglio le qualifiche riscontrate” continua. “Bertusi, Trentenne, ha conseguito la laurea magistrale con lode in giurisprudenza presso l’università degli studi di Milano, dove svolge tutt’ora il ruolo di cultore della materia presso le cattedre di istituzioni di diritto privato e diritto di famiglia. Già assessore e vicesindaco del suo comune, Soresina, è stato inoltre consigliere della sua provincia, Cremona. È stato inoltre Presidente con deleghe operative della Fondazione ‘Istituto Ospedaliero di Sospiro’ e ha collaborato per quasi tre anni in ambito sanitario con la Vicepresidenza di Regione Lombardia durante la stesura della nuova riforma socio-sanitaria. Nel dicembre del 2015 ha conseguito, con ottimo risultato, il Dias  (il corso manageriale per i direttori generali di regione Lombardia). Ha ricoperto anche il ruolo di vicepresidente dell’Associazione delle residenze socio sanitarie della provincia di Cremona, Arsac, ed è socio fondatore e componente del consiglio d’indirizzo della ‘Fondazione Italiana per l’Autismo Onlus’ presso il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca”.

“Rispedisco inoltre al mittente i non fondati dubbi di legittimità sulla nomina del dottor Bertusi” conclude il presidente della Fondazione. “Il riferimento alla ineleggibilità ai sensi della legge 39 del 2013 è infatti privo di ogni fondamento, come dimostrano i rilievi dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) e gli specifici pareri legali che Fondazione Sospiro ha in suo possesso”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti