Cronaca
Commenta

Comune soddisfatto: 'Asili e scuole infanzia sempre più graditi da genitori'

Sono sempre più soddisfatti i genitori dei bambini degli ssili nido e delle scuole d’infanzia del Comune. Lo sostiene il Comune stesso, in un comunicato stampa che riassume gli esiti dell’ultimo sondaggio di customer satisfaction realizzato.

“Il livello di soddisfazione degli utenti per gli asili nido – si legge –  si attesta intorno al 99,33%, mentre quello delle scuole infanzia è del 97%. Si assiste ad un ulteriore miglioramento con un incremento del 3% negli asili nido e di un 4% nelle scuole infanzia rispetto allo scorso anno scolastico. Questo il risultato dell’indagine di customer satisfaction sul livello delle prestazioni erogate nei servizi 0-6 anni (asili nido e scuole infanzia comunali) relativi all’anno scolastico 2015-2016. L’indagine è stata realizzata dal Settore Politiche Educative nell’ambito “Piano Infanzia” attraverso la distribuzione agli utenti, e la successiva elaborazione, di un questionario ricorrendo esclusivamente a risorse interne.
“Il grado di soddisfazione complessivo espresso dalla domanda riportata è molto significativo e corrisponde ad un importante apprezzamento generale nei confronti dell’investimento operato sui servizi educativi nel loro complesso”, dichiara la riguardo la vice sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri, che aggiunge: “I risultati dell’indagine consentiranno di avviare percorsi di mantenimento della qualità innanzitutto, di miglioramento del servizio nel suo complesso, nonché di approfondimento che verranno introdotti, come tutti gli anni, nella stesura degli obiettivi previsti dal sistema di valutazione. Sottolineo infine che il gradimento degli asili nido conferma la realtà di un servizio apprezzato per il livello educativo perfettamente in linea con quanto previsto dalla legge di riforma della scuola.”
La percentuale di questionari riconsegnati è stata del 75,12% negli asili nido (ne sono stati distribuiti 201) e del 66,81% nelle scuole infanzia (708 i questionari distribuiti), molto simile a quella dello scorso anno. Il questionario era composto da nove punti e prendeva in considerazione le prestazioni del Settore inerenti i servizi educativi, sia dal punto di vista amministrativo che pedagogico, quali, ad esempio, le informazioni sul sistema di pagamento, così come la relazione educativa delle insegnanti e l’alimentazione. Questi gli argomenti individuati: semplicità e chiarezza delle informazioni ricevute al momento delle iscrizioni; qualità dell’offerta formativa complessiva; qualità della relazione insegnante e bambino; varietà e qualità delle attività didattiche e di gioco rivolte ai bambini; promozione di una sana e varia alimentazione; comunicazioni scuola famiglia; cura e pulizia degli ambienti; comodità del sistema di pagamento del servizio di ristorazione Easy Pay; soddisfazione complessiva del servizio 0-6 anni.
L’analisi più dettagliata dei diversi aspetti evidenzia che negli asili nido le percentuali più alte di gradimento riguardano la varietà e qualità delle attività didattiche e di gioco rivolte ai bambini (99,34%), seguita dalla qualità dell’offerta formativa e dalla qualità della relazione con le insegnanti e dalla cura e dalla pulizia degli ambienti (97,35% ). Le percentuali più basse, ma comunque attestate al 90%, dunque ampiamente positive, sono rappresentate dalle informazioni e dal sistema di pagamento.
Per quanto riguarda la scuola infanzia sono da considerare come elementi significativi la qualità delle attività didattiche e di gioco rivolte ai bambini (96%), la qualità della relazione con le insegnanti (96% ) e la cura e dalla pulizia degli ambienti (96%). Ma si ritiene soddisfacente, in quanto complesso e ricco di implicazioni, anche il dato più basso relativo al sistema di pagamento che si attesta all’84%.

Un’osservazione va infine evidenziata sul servizio di ristorazione scolastica per l’apprezzamento espresso al 96,62% negli asili nido e del 90% nelle scuole infanzia, utile per rispondere a tanti luoghi comuni su questo fronte”

© Riproduzione riservata
Commenti