Commenta

Scontro tra il sindaco Locci
e il consigliere Paglioli
dopo dimissioni Circo

AGGIORNAMENTO - Consiglio comunale teso, questa mattina a Castelverde, con al centro le dimissioni dell'assessore Chiara Circo, e il botta e risposta tra sindaco Graziella Locci e consigliere di minoranza Maria Paglioli.

AGGIORNAMENTO – Consiglio comunale teso, questa mattina a Castelverde, con al centro le dimissioni dell’assessore Chiara Circo, e il botta e risposta tra sindaco Graziella  Locci e consigliere di minoranza Maria Paglioli. Locci ha esordito ringraziando l’assessore dimissionario “per aver portato avanti il suo assessorato con impegno e puntualità, mettendo a disposizione la sua formazione e competenza come insegnante. Chiara ha avuto il merito di ricostruire il rapporto, che appariva sufficientemente deteriorato, tra Istituto Comprensivo di Castelverde e amministrazione Comunale, oltre a farsi garante di un’ottima collaborazione tra Comune, Teatro Ferrari e Parrocchia di Sant’Archelao. Da tempo il gruppo di maggioranza è a conoscenza delle intenzioni di Chiara di rinunciare al proprio assessorato, condividendo la sua esigenza di essere prima di tutto madre. Credo che nessuno possa permettersi, davanti ad un evento così importante della propria vita, quale la maternità, di opinare la sua scelta. Chiara, con la serietà e la maturità che la contraddistingue, ha scelto di restare nel gruppo di maggioranza, dando comunque il suo prezioso contributo alla nostra amministrazione”.

L’ATTACCO DEL SINDACO – Ma oltre a fornire le motivazioni della fuoriuscita, il sindaco ha attaccato, senza nominarla, la consigliera di minoranza Maria Paglioli, riferendosi alle “gravi azioni che un consigliere di minoranza sta mettendo in atto. Oltre a diffondere farse informazioni sul Sindaco e sulla Giunta è giunta in alcuni casi all’insulto personale tanto da far pensare alla necessità di una tutela giuridica. Questo consigliere si è permesso di inviare una comunicazione a due assessori chiedendo loro di fare il salto della quaglia nel recinto della minoranza, da lei definita ‘compatta’. Gli assessori coinvolti mi hanno immediatamente informata di questa comunicazione, confermandomi pienamente la loro appartenenza al gruppo di maggioranza. Un nostro consigliere precedentemente era stato convocato con il medesimo intento. Mi spiace molto dover rivedere la mia opinione rispetto ad alcuni componenti della minoranza, finora considerati di buon senso, che lasciano dire a questo consigliere che gioca in modo subdolo e che poco ha a che vedere con la loro presunta serietà e preparazione ‘ora la minoranza è compatta’.

“Comunico inoltre al Consiglio – continua Locci –  che questo Consigliere viene meno alla riservatezza alla quale istituzionalmente è tenuto e diffonde informazioni riservate e interne al nostro Comune. Ciò che più dispiace è che in più occasioni ha sostenuto che le informazioni riservate provengono dai dipendenti comunali, cosa che se accertata esporrebbe i dipendenti a seri provvedimenti disciplinari. Ringrazio ancora il mio gruppo e gli uffici per l’impegno che stanno dimostrando in questi momenti in cui , per dati oggettivi, è molto difficile amministrare. Procediamo la strada con serietà senza cedere a inutili e sciocche provocazioni”.

LE RISPOSTE DI PAGLIOLI – Accuse tutte rimandate al mittente da Maria Paglioli: “Ancora una volta il Sindaco racconta le ‘sue verità’.  Dopo la lettura delle dimissioni di Chiara Circo da assessore, elogia e ringrazia il proprio assessore per il lavoro svolto.
Non avrei mai voluto, ma a questo punto sono costretta a rendere pubblici alcuni punti salienti di mail inviate dal Sindaco a tutti i membri del consiglio, che risalgono a febbraio 2016.
Mail in cui il Sindaco mette all’ogd del incontro di gruppo: ‘Condivisione di revoca degli assessorati’ dove ricorda che ‘essere assessore non significa usare il tempo che avanza dalla famiglia, dal lavoro e dalle proprie vacanze, per dedicarsi al Comune. Così non andiamo da nessuna parte. Ho bisogno di una squadra matura di cui fidarmi… In questo modo non é possibile alcuna forma di coordinamento’. Affermazioni ripetute all’incontro a ben tre assessori. Mi fermo, ma c’è molto altro…..Questi atteggiamenti sono proseguiti, ora le cose sono cambiate? Speriamo!
“Il Sindaco  – continua Paglioli – parla di un messaggio personale che ho inviato agli assessori Circo e Bruschi, messaggio che non ho nessun problema a rendere pubblico, come una sorella dico a loro che sto cercando di fare al meglio il mio dovere di Consigliere di minoranza, per difendere i voti che ho chiesto ai cittadini di dare ad un Sindaco che allora credo avesse dei valori veri….Ho visto come siete state più volte umiliate dal Sindaco, se volete possiamo parlarne. Comunque se il Sindaco ritiene gravi azione dare informazioni corrette ai cittadini, mi spiace molto.
“Riguardo la compattezza della minoranza, non penso ci possano essere dubbi, basta guardare gli interventi e le votazioni di tutti i punti del Consiglio di oggi. Il Sindaco, cerca di difendersi asserendo che sono venuta meno al diritto di riservatezza. Non sono assolutamente venuta meno alla riservatezza alla quale sono tenuta, la lettera di dimissioni dell’assessore Circo era nella cartella di Consiglio che mi é stata consegnata con tutti gli altri documenti che é diritto di ogni consigliere visionare prima di ogni Consiglio. Tutti argomenti pubblici! Invito il Sindaco a un atteggiamento di dialogo e di trasparenza”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti